Lingue

Inizia qui il tuo viaggio

Inserisci il nome del porto o la località da cui desideri partire per pianificare il tuo viaggio

Accesso utente

Or log in with...

Stagni del Sarrabus

Stagni del Sarrabus

Muravera, stagno di Colostrai

Nel territorio del Sarrabus si trovano, oltre allo stagno di Notteri, gli stagni di Colostrai e di Feraxi, lo stagno di San Giovanni, lo stagno delle Saline e quello di Piscina Rei. Nel territorio di Muravera si sviluppano gli stagni di Colostrai e di Feraxi, inseriti nella pianura costiera di San Priamo in una lussureggiante pineta che prosegue fino a Torre delle Saline. Si originarono dai ristagni fociali del rio Picocca e del rio Corr'e Pruna alla fine degli anni quaranta del '900, quando venne deviato il tratto terminale del rio Picocca in una depressione retrodunale presso la spiaggia di Cristolaxeddu. La profondità delle loro acque è scarsa. Tuttavia, una ricca vegetazione si sviluppa nei suoi margini, così come ferve la numerosa avifauna che annovera le specie comuni delle folaghe, delle anatre, dei cormorani, anche delle rare avocette con i martin pescatori, i cavalieri d'Italia, i fenicotteri, assai rari nel versante orientale della Sardegna. Nella zona sono state avvistate anche delle cicogne bianche. Gli stagni di Colostrai e di Feraxi sono collegati tra di loro e sono stati classificati come Oasi Permanente di Protezione Faunistica. Risalendo la costa orientale, si trova la Foce del Flumendosa, costruita negli anni '50 del XIX secolo, con l'attiguo stagno di San Giovanni. Essi comunicano con il mare attraverso un canale artificiale. Nelle loro acque circolano il tuffetto, la folaga, la gallinella d'acqua, il porciglione, il germano reale. La presenza di un'importante cooperativa di pescatori che allevano pesci e mitili ne fa un punto importante per l'economia del territorio. Nei pressi di Torre Salinas si dispiega un altro piccolo stagno: quello delle Saline, incorniciato dai vivaci colori della macchia mediterranea. Soprattutto nei mesi più caldi lo stagno è abitato da numerose colonie di fenicotteri rosa. Fino a non molto tempo fa inoltre durante l'estate lo stagno si prosciugava completamente e vi si poteva raccogliere il sale per uso domestico. Lo stagno di Piscina Rei si presenta di piccole dimensioni, ma è comunque molto interessante per la possibilità di una sua esplorazione a piedi nudi. Soprattutto nei periodi di secca il fondo può essere visitato e si possono cercare variopinte conchiglie e molluschi.

Gli stagni di Colostrai e di Feraxi sono raggiungibili percorrendo la strada panoramica orientale sarda 125 e seguendo quindi le indicazioni per Muravera; giunti a Capo Picci si seguono i cartelli per Torre di Salinas e si giunge agli stagni. Lo stagno di San Giovanni si trova nella località di Marina di San Giovanni a Muravera: è raggiungibile percorrendo la SS 125, seguendo le indicazioni per il paese; superatolo, si svolta dopo pochi chilometri nel bivio che indica la spiaggia di San Giovanni. Percorrendo sempre la SS 125 in direzione Muravera, dopo aver superato la frazione di San Priamo, si prende il bivio per Torre Salinas e ben visibile sulla strada si trova il piccolo stagno delle Saline, collegato al mare con un canale di 300 metri. lo stagno di Piscina Rei, infine, si trova nella località di Costa Rei nel comune di Muravera. È facilmente raggiungibile percorrendo la strada panoramica per raggiungere la località sulla quale sono indicati gli accessi alle spiagge e allo stagno.

Aggiungi a itinerario
add_to_x_block: 

In prossimità

Itinerari

Cagliari, cimitero monumentale di Bonaria
No votes yet
Dettaglio della facciata
Average: 1.5 (2 voti)
Lanusei, Chiesa di Santa Maria Maddalena
No votes yet
Ilbono, area archeologica di Scerì
Average: 1 (2 voti)
Tortolì, nuraghe S'Ortali 'e Su Monti
No votes yet
Maestro di Castelsardo, particolare del retablo di Tuili
Average: 1.3 (4 voti)