Lingue

Inizia qui il tuo viaggio

Inserisci il nome del porto o la località da cui desideri partire per pianificare il tuo viaggio

Accesso utente

Or log in with...

Area dei Sette Fratelli - Monte Genis

Area dei Sette Fratelli - Monte Genis

Paesaggio sui Sette Fratelli - Autore Piscedda Odilia

L'area ricade nei territori di Burcei, Castiadas, Maracalagonis, Quartucciu, Quartu Sant'Elena, San Vito, Sinnai, Villasalto e Villasimius. Comprende la Foresta demaniale dei Sette Fratelli, le Punte dei Sette Fratelli e la foresta demaniale di Monte Genis. Nel complesso, pertanto, svettano tre rilievi che raggiungono un'altezza di circa 1000 : il monte Genis (979 ), il massiccio di Serpeddì (1067 ), il complesso montuoso dei Sette Fratelli (che con la Punta Ceraxa arriva a 1016). La zona è ricca di boschi di leccio, sugherete con corbezzolo, erica, mirto e ginepri. Il patrimonio faunistico annovera cinghiali, martore, lepri, conigli, gatti selvatici, aquila reale, falco pellegrino e l'astore sardo. Vi si trovano, inoltre, il cervo sardo e il muflone, questo sulle punte dei Sette Fratelli e del Monte Genis. Oltre al suo prezioso repertorio florofaunistico, l'area naturale dei Sette Fratelli – Monte Genis offre scorsi naturalistici di rara bellezza, grazie alle forme assunte dalla pietra in seguito ai fenomeni di erosione succedutisi in milioni di anni: salti di roccia, pareti a strapiombo, profonde gole (Baccu Anigiulus, Gola del Rio Picocca), pinnacoli e torrioni di roccia granitica, dolci valli fluviali (Rio Ollastu, Rui Brabaisu, Rio Cannas, Rio Picocca, Rio Maidopis). La foresta demaniale dei Sette Fratelli è un'oasi naturalistica che ricade nei territori di Burcei e Sinnai, da visitare secondo i percorsi suggeriti da Sentiero Italia: boschi di leccio, querce da sughero, corbezzoli, lentischi e oleandri, la ginestra di Corsica e lo zafferano minore. Nel cuore dell'area spicca il complesso montuoso dei Sette Fratelli, che raggiunge un'altezza di 1016 con la Punta Ceraxa. È possibile ammirare esemplari di cervi, nella zona di Punta Ceraxa un vivaio di mufloni. In località Campuomu si trova la caserma forestale "Dr. Umberto Noci", ad un'altitudine di circa 600 sul livello del mare, sede di accoglienza per i visitatori. Dalla caserma si origina un sentiero che conduce verso Punta Sa Ceraxa, raggiungendo anche il punto in cui si trova l’Arco dell’Angelo, una valle morfologicamente interessante per il suo granito rosa, la cui bellezza la inserisce nel novero dei monumenti naturali. Qui si può godere di un panorama mozzafiato che abbraccia la valle di Castiadas, lo Stagno di Colostrai e il Campidano di Cagliari. Merita particolare interesse, inoltre, la Grotta Fra' Conti, su cui è diffusa una voce che la descrive come rifugio di un eremita, Su Stumpu 'e Giumpau, un aspro bastione granitico, e Sa Grutta'e Sa Pipia. Passeggiando in silenzio, con un pò di fortuna, è possibile avvistare le specie animali che frequentano la foresta, fra cui il cervo sardo, il gatto selvatico, cinghiale, aquile. L'area conserva anche tracce di insediamenti neolitici, come è attestato dai ritrovamenti fittili lungo le rive del Rio Picocca, nella zona Bau sa Perda e Bingia Manna. Nelle vicinanze si trovano tre villaggi neolitici. A nord del fiume si incontano, infatti, i nuraghi Spuccione, Pirastru, Sa Prana, Serra S'Arrizzoni, Miura, Piricoccu, Areu S'Achiloni, Perdu Loddu, Accu 'e Mius, Bruncu Spinniau e tanti altri. Ad una quota di 600 sul livello del mare sono inoltre ubicate le vestigia di un convento nei cui pressi si trovano due alberi secolari di sughera e leccio. La foresta demaniale del Monte Genis è invece dominata dal monte omonimo alto 979 , con una foresta ricca di varie specie di alberi come ontani, ginepri e carrubi, erica, ginestra, iris e peonia. Nel cielo è possibile avvistare falchi, aquile reali, barbagianni e upupe.

La foresta demaniale dei Sette fratelli è raggiungibile percorrendo da Cagliari la 125 in direzione Muravera fino a raggiungere il valico S'Arcu e Tidu, che a destra conduce alla caserma forestale Noci in località Campuomu. Per raggiungere la foresta demaniale di San Nicolò Gerrei bisogna prendere la strada provinciale per Dolianova.

Per reperire informazioni circa l'area naturale è utile contattare la caserma forestale al tel. 070 27991; 070 831038.

Aggiungi a itinerario
add_to_x_block: 

In prossimità

Itinerari

Cagliari, cimitero monumentale di Bonaria
No votes yet
Dettaglio della facciata
Average: 1.5 (2 voti)
Le collezioni del Museo
Average: 1 (1 voto)
Maestro di Castelsardo, particolare del retablo di Tuili
Average: 1.3 (4 voti)
Turri parrocchia S. Sebastiano
Average: 3 (2 voti)
Lanusei, Chiesa di Santa Maria Maddalena
No votes yet