Lingue

Inizia qui il tuo viaggio

Inserisci il nome del porto o la località da cui desideri partire per pianificare il tuo viaggio

Accesso utente

Or log in with...

Escalaplano

Escalaplano

Veduta di Escalaplano da Fossada

Il paese di Escalaplano sorge su un territorio circondato dalle valli dei fiumi Flumendosa e Flumineddu, in gran parte occupato da un altopiano. Questo, per la presenza dei corsi d'acqua, si presenta molto rigoglioso e adatto alla coltivazione di alberi da frutto e olivi e allo sviluppo di boschi di sughereti. Questa favorevole situazione ha permesso che l'area fin dalla preistoria fosse antropizzata: sono state, infatti, ritrovate molte domus de janas, alcuni nuraghi e templi a pozzo che lo testimoniano. In un documento della metà del XIV secolo, il "Repartimientos de Mallorca, de Valencia y de Cerdeña", viene citata Escalaplano come paese di nuova istituzione non ancora assoggettato a tasse e imposte.
 
La leggenda vuole che anticamente il paese sorgesse nella località di "Is Arantas" e fosse chiamato "Escall'e oru", cioè scala d'oro, oggetto che sarebbe appartenuto ad una nobile famiglia locale. Il borgo in seguito, per motivi ignoti, fu trasferito sull'altopiano, "Su Pranu” appunto. Il paese fu quindi chiamato "Villanova de Scala de Plan", in riferimento alla lunga via d'accesso all'altopiano, fu assoggettato al controllo della famiglia dei Carroz e successivamente passò sotto il Ducato di Mandas. All'interno del paese di sicuro interesse è la visita alla chiesa parrocchiale dedicata al patrono San Sebastiano: la struttura originaria, in stile gotico aragonese, risale al XVI secolo e di essa si preserva ancora la bella facciata adornata da un grande rosone intarsiato. Sull'altopiano di "Is Sceasa", sulla strada che collega Escalaplano a Ballao, sorge poi la chiesa di San Salvatore, un tempo realizzata in "ladiri" (mattoni di fango e paglia) e oggi ristrutturata in forme e materiali più moderni. Sono, però, le feste e le sagre le vere attrattive di Escalaplano: in più occasioni il paese si veste a festa richiamando un numero sempre crescente di visitatori, interessati a scoprire le tradizioni e i sapori di questo piccolo centro del Gerrei. Si comincia il 17 gennaio con la festa di Sant'Antonio Abate, cui segue tre giorni più tardi quella del patrono San Sebastiano: in onore di ciascuno dei due santi si accendono grandi falò, accompagnati dalla degustazione di vini e dolci e da balli.
 
Il 15 maggio, da alcuni anni a questa parte, si festeggia San Salvatore col trasporto del simulacro nella chiesetta campestre a lui dedicata. Il 24 giugno è la volta di San Giovanni, con una processione in abito tradizionale e "traccas", carri adornati con fiori condotti da buoi. A giugno si svolge la gustosa Sagra dell'olio di lentischio e del formaggio, che ha come intento quello di creare nel paese un laboratorio per la lavorazione e vendita di questa tipologia di olio. Il mese di agosto è caratterizzato dai festeggiamenti per il ferragosto escalaplanese con la sua rassegna folkloristica. Il 4 dicembre, infine, il paese celebra Santa Barbara.

Aggiungi a itinerario
add_to_x_block: 

In prossimità

  • Goni, allineamento di mehir nella necropoli di Pranu Mutteddu

    Goni è circondata dall'anello naturalistic

  • Il comune di Ballao sorge

  • Panorama sul lago Mulargia

    Il lago artificiale Mulargia è uno specchi

  • Perdadefogu, Parco comunale di Bruncu Santoru

    Paese montano, si trova nella parte meridi

  • Orroli, nuraghe Arrubiu

    Centro ridente del Sarcidano, sorge in una

  • Armungia, nuraghe Armungia

    Armungia si erge su un altopiano circondat

  • Silius, panoramica del paese

    Il paese sorge in provincia di Cagliari, a

  • Nurri, lago Flumendosa

    Il paese di Nurri si adag

  • Panorama sul lago Mulargia Autore: Ruiu Domenico

    Il territorio di Siurgus Donigala

  • Villasalto, miniera Su Suergiu

    Il paese è adagiato su un altopiano posto

  • Panoramica di San Basilio

    San Basilio è situato all

  • Serri, area archeologica di Santa Vittoria

    Col termine "giare" si indicano in Sardegn

  • Mandas, chiesa di San Giacomo

    Mandas è un importante ce

  • Serri, area archeologica di Santa Vittoria

    Serri è un centro agricol

  • Suelli, nuraghe Piscu

    Il territorio del comune di Suelli

  • Villanovatulo, nuraghe innevato

    Villanova Tulo è un piccolo paese del Sarc

  • Marina di Tertenia

    Tra il Monte Ferru ed il Monte Arbu, nella

  • Panoramica di Gesico

    Piccolo centro della Trexenta, territorio

  • Zona archeologica Su Casteddu, Ussassai [foto Alinari, Loi Elisabetta]

    Il paese di Ussassai è in

  • foresta bingionniga jerzu

    La foresta demaniale di Bingionniga è situ

  • Escolca, scorcio del centro storico

    Piccolo centro del Sarcidano, Esco

  • Senorbì, chiesa di Santa Maria di Segolai

    Senorbì è al centro della Trexenta, di cui

  • Selegas, centro storico

    Selegas è un paese situato nella parte cen

  • Il paese di Sadali è ubic

  • Sant'Andrea Frius, panorama del paese

    Ubicato nella regione storica della Trexen

  • Sadali, cascata di San Valentino

    All'interno del delizioso paese di Sadali

  • Gergei, chiesa di San Vito

    Piccolo centro agricolo della Trexenta, co

  • A coronamento di Ulassai in Ogliastra si e

  • Jerzu, panoramica del paese

    Jerzu, antico borgo dell'

  • Ulassai, grotta di Su Marmuri: gallerie speleo turistiche

    Ad un solo chilometro dal paese di Ulassai

  • Seui, Santu Cristolu

    Circondato da boschi di lecci irrorati dal

  • Ulassai, Grotta Su Marmuri

    Ulassai sorge nel cuore dell'Ogliastra.

  • Guamaggiore, Chiesa di San Sebastiano martire

    Guamaggiore sorge nelle distese colline de

  • Isili, Museo per l'Arte del Rame e del Tessuto: carro del ramaio

    Isili sorge ai margini di

  • Ortacesus, Mitza de Siddi, necropoli punico romana

    Il territorio di Ortacesus si trova in una

  • Osini, Scala di San Giorgio

    Lungo le pareti che delimitano ad est l’am

  • Osini, nuraghe Serbissi

    Nato nel 1951 al centro dell'Ogliastra com

  • Porto Santoru

    Nel comune di Lanusei, in una della varie

  • Grotte Janas di Sadali

    La grotta di Is Janas, in territorio di Sa

  • La spiaggia è sormontata dalla torre di av

  • San Vito, miniera di Monte Narba

    Adagiato fra i monti del Sarrabus sorge il

  • Panoramica di Barrali

    Il paese si trova ai piedi del Monte Uda,

  • Guasila, chiesa della Vergine

    Il comune di Guasila appartiene al territo

  • Marina di Tertenia si trova  nel comune di

  • Panoramica delle rovine di Gairo vecchia

    Gairo Sant'Elena, ubicato

  • Villaputzu, la chiesetta campestre di San Nicola di Quirra

    Situato alle falde delle colline del Sarra

  • foresta montarbu

    All'interno del territorio di Seui, si tro

  • Panoramica di Donori

    Il paese, il cui toponimo è d'incerta orig

  • Panoramica di Pimentel

    Il paese di Pimentel, in

  • Nurallao, Is Arinos [foto di Dino Contu]

    Tra Campidano e Barbagia, tra la fertile p

Itinerari

Lanusei, Chiesa di Santa Maria Maddalena
No votes yet
Ilbono, area archeologica di Scerì
Average: 1 (2 voti)
Maestro di Castelsardo, particolare del retablo di Tuili
Average: 1.3 (4 voti)
Turri parrocchia S. Sebastiano
Average: 3 (2 voti)
Tortolì, nuraghe S'Ortali 'e Su Monti
No votes yet
Cagliari, cimitero monumentale di Bonaria
No votes yet