Lingue

Inizia qui il tuo viaggio

Inserisci il nome del porto o la località da cui desideri partire per pianificare il tuo viaggio

Accesso utente

Or log in with...

Villa Muscas Centro della cultura contadina

Villa Muscas Centro della cultura contadina

Espone strumenti e materiali agricoli, utensili di uso domestico, manufatti di pregevole fattura. Di grande interesse è il pozzo di età romana databile tra il II e III sec. d.C. e una enoteca storica costituita da una collezione di 1300 bottiglie. È articolato in 2 percorsi principali. Il primo è rappresentato dalla struttura museale, mostra fotografica, sala scientifica, sito archeologico, artigianato locale; il secondo dalla sala oleificio, attrezzature del latte, tini, zootecnia, distillazione. La struttura che ospita il museo è stata edificata in periodi diversi su un impianto monastico medievale. Fu nell'Ottocento che la villa del canonico Muscas, ospitò dal 1885-1888 la Regia Scuola di viticoltura ed enologia, e, dal 1888 al 1995, l'Istituto tecnico agrario "Duca degli Abruzzi". Il museo è disposto su due livelli ed è accessibile attraverso una corte che espone macchinari del mondo produttivo tradizionale sardo. Il piano terra si articola in varie sale dedicate alle apparecchiature e oggetti per la lavorazione della terra e la trasformazione e misurazione dei prodotti (olive, uva, granaglie), agli arnesi legati alla produzione vinaria, tra cui un torchio di legno di particolare interesse storico e agli oggetti inerenti l'industria casearia. Si accede quindi al chiostro dove è presente una cisterna (non visibile) del '300, e dove si affacciano tre ambienti, dedicati alla vinificazione e distillazione e ai diversi finimenti per animali da lavoro, arnesi per la ferratura e marchiatura del bestiame, gioghi, pungoli. Il primo piano ospita quattro sale: mostra fotografica permanente sulla memoria storica (1885-2000) dell'Istituto tecnico agrario, enoteca, con un'importante collezione (810 bottiglie) di vini sardi dal 1950 al 1990, area per la degustazione ed editoria storica dell'agricoltura, con libri rari e di pregio, tra cui un prezioso testo del 1545 sullo studio della viticoltura; inoltre sono presenti strumenti di agrimensura del primo Novecento ed è ricostruito un antico laboratorio di chimica agraria.

Indirizzo: via Sant'Alenixedda, 2 - 09128 Cagliari
tel. +39 070 487894 - 338 2367586
Ente titolare: Comune di Cagliari
Orari: 09.00 - 13.00 e 17.00 - 20.00 (tutti i giorni tranne il sabato); domenica su prenotazione
Biglietto: € 2,20 (intero); € 1,80 (ridotto); € 0,90 (scolaresche). Esenzione per ragazzi sotto i 12 anni e adulti sopra i 60 anni

Sala convegni. Attività multimediale. Didattica per scolaresche. Bar. Biblioteca.

Aggiungi a itinerario
add_to_x_block: 

In prossimità

Itinerari

Dettaglio della facciata
Average: 1.5 (2 voti)
Cagliari, cimitero monumentale di Bonaria
No votes yet
Le collezioni del Museo
Average: 1 (1 voto)
Sant'Anna Arresi, le dune di Porto Pino
Average: 3 (1 voto)
Maestro di Castelsardo, particolare del retablo di Tuili
Average: 1.3 (4 voti)
Turri parrocchia S. Sebastiano
Average: 3 (1 voto)