Lingue

Inizia qui il tuo viaggio

Inserisci il nome del porto o la località da cui desideri partire per pianificare il tuo viaggio

Accesso utente

Or log in with...

Marrubiu

Marrubiu

Marrubiu, visione dall'alto del paese

Importante centro dell'Oristanese, Marrubiu è situato nella pianura del Campidano a circa 15 km a sud del capoluogo di Provincia. L'origine del nome di Marrubiu è curiosa in quanto deriverebbe da una pianta perenne chiamata "Marrubium Alysson" (Marrubio del Levante) presente in tutta la Sardegna ed in particolare in questa zona dell'Oristanese. Essa era impiegata tradizionalmente come medicinale tonico e depurativo (ma anche come semplice aperitivo), ma per via del suo odore forte e poco gradito agli insetti ebbe a lungo degli usi come anti tarlo e anti tarme. Le origini storiche di Marrubiu risalgono al 1377, come indicato su uno stemma. Intorno a quel periodo Marrubiu era un piccolo villaggio agricolo. Nel 1659 in seguito all'epidemia che fece numerosi morti nel vicino borgo di Zuradili, la popolazione iniziò a crescere progressivamente per via dell'immigrazione da questo paese. Nel tempo Marrubiu divenne uno dei centri più importanti e più grossi del basso oristanese.
 
Un monumento molto importante dell'antica Marrubiu è il Praetorium di Muru de Bangiu. Si tratta di un importante complesso edilizio del II secolo a.C., ristrutturato nel III-IV d.C. e abbandonato infine nel VI. Gli scavi hanno restituito un'importante iscrizione nella quale compare il termine "praetorium", interpretato come indizio del fatto che il complesso svolgesse la funzione di sede temporanea del governatore negli spostamenti da Caralis, sua sede ordinaria, verso il nord Sardegna. Nelle campagne di Marrubiu si trova ancora oggi la chiesa di S. Maria di Zuradili, antica parrocchiale del paese scomparso. La leggenda narra che i suoi abitanti, trasferendosi a Marrubiu, avessero scordato nel vecchio paese una statuetta della Madonna e che per tale motivo ancora oggi ogni anno, la vigilia della prima domenica di maggio, un corteo di cavalieri e traccas (carri tradizionali) da Marrubiu accompagni in processione il simulacro della Madonna nel santuario, ormai campestre, di S. Maria di Zuradili, ove si svolgono i festeggiamenti in onore della Vergine. Marrubiu è inoltre molto famosa per il suo carnevale. Insieme con il Carnevale di San Gavino Monreale e Tempio, quelli di Marrubiu sono senz'altro i festeggiamenti più frequentati e più noti della Sardegna.

Aggiungi a itinerario
add_to_x_block: 

In prossimità

Itinerari

Turri parrocchia S. Sebastiano
Average: 3 (2 voti)
Maestro di Castelsardo, particolare del retablo di Tuili
Average: 1.3 (4 voti)
Arbus, marina di Scivu
No votes yet
Average: 1.5 (2 voti)
Dettaglio della facciata
Average: 1.5 (2 voti)
Cagliari, cimitero monumentale di Bonaria
No votes yet