Lingue

Inizia qui il tuo viaggio

Inserisci il nome del porto o la località da cui desideri partire per pianificare il tuo viaggio

Accesso utente

Or log in with...

Nuraghe Nuracale

Nuraghe Nuracale

Immagine non disponibile

Il nuraghe si trova a 2,5 km dall'abitato di Scano, lungo la SP 19 per Sagama, ben individuabile sulla sinistra a circa 100 metri dalla strada.

Il contesto ambientale
L'edificio sorge presso il riu Luzzanas al ponte della via per Bosa, sul ciglio del vallone ad una quota di m 406 s.l.m.

Descrizione
Nuracale è uno dei più imponenti nuraghi del massiccio del Montiferru. Si tratta di un nuraghe complesso costituito da una torre centrale inscritta al centro di un quadrato costituito dalle cortine rettilinee di congiunzione delle torri angolari.
Del mastio, ingombro di macerie nella camera inferiore, si conserva parte della camera del primo piano. Quest'ultima, priva della copertura, ha pianta circolare (m 4 di diametro) e un'altezza massima residua di 11 metri. Ai lati della camera non si osserva la presenza di vani sussidiari. Al bastione, lacunoso nel suo sviluppo planimetrico a causa dei crolli, si accedeva attraverso un ingresso aperto lungo la cortina E, quasi completamente interrato. Il corridoio retrostante immetteva in un cortile interno di forma stretta e allungata (m 14 x 4), ingombro anch'esso di pietrame per un'altezza di circa tre metri, le cui pareti si innalzano sul piano di crollo - in alcuni tratti - per circa 5 metri. Dai lati del cortile si dipartivano i corridoi d'accesso alle due torri anteriori, praticabili però solo nel tratto iniziale. Una delle torri posteriori, che si conserva per un'altezza massima residua di m 4, presenta - all'interno - un vano circolare marginato da una nicchia; si può inoltre individuare l'imboccatura del corridoio. La cortina muraria che unisce - nel quadrante N - le due torri è, nonostante le evidenti tracce di restauro, la meglio conservata del bastione (m 7 di altezza).

Storia degli studi
Notizie sul nuraghe si trovano in un manuale del 1985.

Bibliografia
M. Sequi, [i]Nuraghi. Manuale per conoscere 90 grandi torri megalitiche della Sardegna[/i], Robbiate, Multigraf, 1985.

Aggiungi a itinerario
add_to_x_block: 

In prossimità

Itinerari

Alghero, Villa Las Tronas
No votes yet
Il sito di Aquae Lesitane in una mappa del 1522
No votes yet
Alghero, baia e promontorio di Capo Caccia
Average: 3 (1 voto)
Turri parrocchia S. Sebastiano
Average: 3 (2 voti)
Maestro di Castelsardo, particolare del retablo di Tuili
Average: 1.3 (4 voti)
Bitti - complesso di Romanzesu
Average: 1 (1 voto)