Lingue

Inizia qui il tuo viaggio

Inserisci il nome del porto o la località da cui desideri partire per pianificare il tuo viaggio

Accesso utente

Or log in with...

Monti

Monti

Monti, la salita al santuario di San Paolo

Situato al centro della Gallura a pochi minuti dall'aeroporto di Olbia e dai porti di Olbia e Golfo Aranci, il paese di Monti si trova alle falde della catena montuosa del Limbara e sorge alle spalle del dorato mondo della Costa Smeralda. Circondato da massi granitici, boschi di sughere e macchia mediterranea, il territorio di Monti è conosciuto per i suoi ottimi vitigni dai quali si ricava il famoso Vermentino, simbolo della Gallura, e unico vino in Sardegna ad avere la denominazione d'origine controllata e garantita. Il paese, posto nella regione del Monte Acuto sulle colline poste al confine tra la Gallura e il Logudorese, presenta notevoli emergenze archeologiche, architettoniche e ambientali di grande interesse. A sud del paese si estende la foresta demaniale di Monte Olia, una delle attrattive naturalistiche più interessanti della zona con vista sul parco naturale popolato da numerose specie di animali tra cui uccelli rapaci, cinghiali, caprioli e mufloni.
 
Di sicuro interesse anche il Belvedere di Sa Turrida dal quale si ha una panoramica eccezionale sull'intera vallata di Olbia, dall'isola di Tavolara sino al Monte Limbara, per proseguire al lago Coghinas. I primi ritrovamenti dal punto di vista archeologico si fanno risalire al Neolitico per poi proseguire col periodo nuragico e quello romano. Tra gli esempi più interessanti, sicuramente il nuraghe Logu e i ruderi del Pagus romano. Durante il medioevo il paese di Monti rappresentava il confine orientale del Giudicato del Logudoro al quale apparteneva. I Doria intorno alla seconda metà del XIII secolo edificarono il castello de Castra di cui rimangono ancora oggi dei resti evidenti. Il castello venne espugnato dai Pisani alla fine del secolo. In seguito il territorio di Monti passò fra le proprietà dei Malaspina, nel XIV secolo fu annesso al Giudicato di Arborea, quindi divenne dominio degli Aragonesi. 
 
Uno dei motivi sicuramente più validi per visitare Monti è il suo prezioso vino. Il vermentino di Gallura che dopo aver ricevuto nel 1996 il più alto riconoscimento con la denominazione d'origine controllata e protetta riveste ad oggi nel panorama sardo il più alto grado d'importanza tra i vini autoctoni. Vino bianco pregiato dai profumi sottili e intensi si abbina con grande raffinatezza a zuppe di pesce e prevalentemente alla cucina di mare. Durante il mese di agosto si svolge un'importante sagra dedicata a questo frutto di Bacco. Di notevole interesse nel territorio di Monti è anche il santuario campestre dell'antica Chiesa di S. Paolo Eremita del 1348. Con una bella e semplice architettura con pietre a vista ha l'attuale impianto che risale al XVII secolo. Presso il santuario di S. Paolo Eremita, a metà agosto si svolge una festa religiosa molto sentita. In occasione dei riti sacri un lungo e cadenzato pellegrinaggio si snoda lungo la strada che porta al santuario e che un tempo i penitenti compivano a piedi e nell'ultimo tratto sulle ginocchia.

Aggiungi a itinerario
add_to_x_block: 

In prossimità

Itinerari

Olbia, chiesa di San Simplicio
Average: 1.7 (3 voti)
Olbia, panorama della zona di Porto Istana
Average: 3 (1 voto)
Bitti - complesso di Romanzesu
Average: 1.7 (3 voti)
Monte Albo e le vallate che lo circondano
Average: 2 (2 voti)
Il sito di Aquae Lesitane in una mappa del 1522
Average: 3 (1 voto)
Dorgali, veduta aerea spiaggia di Cala Luna
Average: 2 (3 voti)