Lingue

Inizia qui il tuo viaggio

Inserisci il nome del porto o la località da cui desideri partire per pianificare il tuo viaggio

Accesso utente

Or log in with...

Bortigiadas

Bortigiadas

Panorama da Bortigiadas

Bortigiadas è un piccolo comune della provincia di Olbia-Tempio, nella regione della Gallura. Il territorio, posto al confine della sponda del Coghinas, presenta interessanti esempi di carattere geologico e archeologico. Le prime attestazioni che documentano la presenza del centro abitato risalgono al XIV secolo e segnalano il toponimo del paese come "Orticlada" appartenente alla diocesi di Civita (Olbia). In altri documenti è citata come "Gortiglaca" o "Bortiglassa". La presenza umana è attestata nel territorio bortigiadese a partire dall'epoca nuragica. Notevoli sono i ritrovamenti nella zona che circonda il centro abitato. Da ricordare il complesso nuragico di "Su Nuracu" a pochi passi dal paese. Nella frazione di Tisiennari è presente una domus de janas.
Scavata nella roccia calcarea è formata da quattro camere decorate. Una delle celle presenta la tipologia architettonica della falsa porta sormontata da corna taurine. In età romana Bortigiadas doveva gravitare lungo la strada che collegava Olbia a Tibula, nei pressi di Castelsardo passando per Tempio. Nel corso dell'età giudicale, appartenne alla curatoria di Gemini, nel giudicato di Gallura. 
 
Il paesaggio che circonda Bortigiadas è caratterizzato da una ricca vegetazione. Di notevole bellezza la vetta di Monte Salici con la sua abbondante vegetazione che riserva punti panoramici che spaziano nell'orizzonte. La vegetazione è composta da macchia mediterranea e da boschi fitti di sughere e lecci. Il forte maestrale che batte da nord ovest ha modellato nei secoli le rocce creando meravigliose sculture di pietra. Nelle giornate più limpide si può godere di un bellissimo panorama che va dal mare al lago di Oschiri. Il centro abitato è caratterizzato da strette stradine arricchite da piante di arance e mandarini che colorano il paese.
 
La parrocchiale è dedicata a San Nicola di Bari. Tra le feste principali quella dedicata a San Pancrazio la cui chiesa si trova fuori dal paese in montagna, che viene celebrata ogni anno il 24 settembre. Tra le altre più legate al mondo profano, il festival della birra che si svolge ogni anno il 13 di agosto. Di notevole interesse nel centro del paese il museo mineralogico, dove sono esposte una molteplicità di specie minerali uniche della Sardegna. Nato da una donazione del collezionista Giuseppe Tanca al comune comprende più di settecento esemplari di minerali.

Aggiungi a itinerario
add_to_x_block: 

In prossimità

Itinerari

Olbia, chiesa di San Simplicio
Average: 1 (2 voti)
Bitti - complesso di Romanzesu
Average: 1 (1 voto)
Olbia, panorama della zona di Porto Istana
No votes yet
Il sito di Aquae Lesitane in una mappa del 1522
No votes yet
Monte Albo e le vallate che lo circondano
No votes yet
Alghero, Villa Las Tronas
No votes yet