Lingue

Inizia qui il tuo viaggio

Inserisci il nome del porto o la località da cui desideri partire per pianificare il tuo viaggio

Accesso utente

Or log in with...

Nurri

Nurri

Nurri, lago Flumendosa

Il paese di Nurri si adagia, a circa 600 metri sul livello del mare, sul crinale di un antico vulcano ormai spento ai margini del Sarcidano. Il suo territorio, prevalentemente collinare, è racchiuso tra i laghi artificiali del Medio Flumendosa e del Mulargia. La creazione dei due invasi artificiali e la presenza di numerose fonti hanno creato un microclima particolarmente favorevole allo sviluppo in senso agricolo della zona, che è dedita alla produzione di cereali, uva da vino e olive. Alle superfici coltivate si alternano aree di macchia mediterranea, boschi di lecci, roverelle e sugherete. Per quanto riguarda l'economia paesana non possiamo, poi, dimenticare la produzione casearia di ottima qualità, anche per il fatto che Nurri vanta uno degli impianti di trasformazione del latte più moderni dell'Isola. Il toponimo probabilmente deriva dal fatto che il nucleo originario di Nurri sorse attorno al Nuraghe Sardajara, di cui sono ancora oggi visibili i resti. Questo fatto, oltre la presenza di numerose domus de janas e di altri nuraghi, dimostra la presenza nel territorio dell'uomo fin dalla preistoria.
 
Numerosi sono i resti del periodo romano, soprattutto quelli della città di Biora, edificata a scopo militare per cercare di arginare le incursioni delle popolazioni barbaricine sulla pianura. Nel Medioevo Nurri fece parte del Giudicato di Cagliari, rientrando nella curatoria di Siurgus. Nel Trecento fu poi dato, insieme a Mandas e Escolca, in feudo a Francesco Carròs, per entrare successivamente nel Ducato di Mandas. L'abitato è dominato dalla chiesa parrocchiale di San Michele Arcangelo, realizzata nel XVI secolo in stile gotico-aragonese con pianta a croce greca e poi ristrutturata nel XVIII secolo. Dello stesso stile e periodo è la torre campanaria, singolarmente isolata rispetto alla chiesa e ornata da un bel portale in cotto. Sempre in centro si trova anche la chiesa di Santa Rosa da Viterbo (1643), annessa al seicentesco Convento dei Cappuccini, la cui festa si tiene il 4 settembre con processione e spettacoli folkloristici. Le rilevanze archeologiche sono numerose: per il periodo preistorico si va dalle domus de janas ai nuraghi, di cui i più importanti sono il Corongiu 'e Maria, affacciato sul bacino del Flumendosa, il Santu Perdu, vicino all chiesetta campestre omonima, e Su Pitti de is Cangialis, uno tra i rarissimi nuraghi pentalobati isolani.
 
Del periodo romano, invece, è interessante una visita alle rovine dell'antica città di Biora, già notate dallo Spano nel 1855; quando il livello del lago Mulargia si abbassa è poi possibile vedere i resti di un ponte romano, importante collegamento con i territori della Barbagia. L'attività artigiana è una parte rilevante dell'economia paesana: qui è possibile trovare oggetti derivanti dalla lavorazione del legno, del ferro e soprattutto della pietra, tanto che Nurri anticamente era famosa per la produzione delle mole sarde, cioè le macine tradizionali; notevole è poi la produzione di coltelli a serramanico e di complementi d'arredo. Anche dal punto di vista gastronomico l'offerta è interessante: si tratta di sapori tradizionali, improntati alla semplicità, tra i quali fanno da padrone i gustosi primi piatti a base di fregula, malloreddus e ravioli; come si è, poi, già detto, la produzione di invitanti formaggi è parte importante dell'economia nurrese.

Aggiungi a itinerario
add_to_x_block: 

In prossimità

  • Orroli, nuraghe Arrubiu

    Centro ridente del Sarcidano, sorge in una

  • Serri, area archeologica di Santa Vittoria

    Col termine "giare" si indicano in Sardegn

  • Serri, area archeologica di Santa Vittoria

    Serri è un centro agricol

  • Villanovatulo, nuraghe innevato

    Villanova Tulo è un piccolo paese del Sarc

  • Escolca, scorcio del centro storico

    Piccolo centro del Sarcidano, Esco

  • Panorama sul lago Mulargia

    Il lago artificiale Mulargia è uno specchi

  • Mandas, chiesa di San Giacomo

    Mandas è un importante ce

  • Isili, Museo per l'Arte del Rame e del Tessuto: carro del ramaio

    Isili sorge ai margini di

  • Gergei, chiesa di San Vito

    Piccolo centro agricolo della Trexenta, co

  • Il paese di Sadali è ubic

  • Sadali, cascata di San Valentino

    All'interno del delizioso paese di Sadali

  • Panorama sul lago Mulargia Autore: Ruiu Domenico

    Il territorio di Siurgus Donigala

  • Veduta di Escalaplano da Fossada

    Il paese di Escalaplano s

  • Panoramica di Gesico

    Piccolo centro della Trexenta, territorio

  • Nurallao, Is Arinos [foto di Dino Contu]

    Tra Campidano e Barbagia, tra la fertile p

  • Goni, allineamento di mehir nella necropoli di Pranu Mutteddu

    Goni è circondata dall'anello naturalistic

  • Grotte Janas di Sadali

    La grotta di Is Janas, in territorio di Sa

  • Nurallao, panoramica del paese

    Situato nel territorio del Sarcidano,

  • Seui, Santu Cristolu

    Circondato da boschi di lecci irrorati dal

  • Panoramica di Seulo

    Ai piedi del monte Perdedu nel massiccio d

  • Zona archeologica Su Casteddu, Ussassai [foto Alinari, Loi Elisabetta]

    Il paese di Ussassai è in

  • Nuragus, nuraghe Santu Millanu

    Nuragus sorge nei pressi

  • Perdadefogu, Parco comunale di Bruncu Santoru

    Paese montano, si trova nella parte meridi

  • Suelli, nuraghe Piscu

    Il territorio del comune di Suelli

  • Selegas, centro storico

    Selegas è un paese situato nella parte cen

  • Panoramica di San Basilio

    San Basilio è situato all

  • Barumini, Su Nuraxi al tramonto

    Barumini è situato ai pie

  • Guamaggiore, Chiesa di San Sebastiano martire

    Guamaggiore sorge nelle distese colline de

  • Villanovafranca, nuraghe di Su Mulinu

    Il paese di Villanovafranca si dispone in

  • Genoni, municipio

    Genoni sorge sul fianco s

  • Il comune di Ballao sorge

  • Sullo sfondo il castello di Las Plassas

    Il paese, che sorge in Marmilla e fa parte

  • Senorbì, chiesa di Santa Maria di Segolai

    Senorbì è al centro della Trexenta, di cui

  • Silius, panoramica del paese

    Il paese sorge in provincia di Cagliari, a

  • Laconi, Castello di Aymerich

    Laconi è situata nell’altopiano del Sarcid

  • Suggestivo scorcio della cascata all'interno del Parco

    Il Parco Aymerich è un parco urbano che si

  • Ponte 'e Ferru tra Gadoni e Seulo, Gadoni

    Gadoni è situata ai piedi del monte Sa Sco

  • foresta montarbu

    All'interno del territorio di Seui, si tro

  • Ortacesus, Mitza de Siddi, necropoli punico romana

    Il territorio di Ortacesus si trova in una

  • Guasila, chiesa della Vergine

    Il comune di Guasila appartiene al territo

  • Maestro di Castelsardo, particolare del retablo di Tuili

    Tuili è un piccolo centro della Sardegna,

  • A coronamento di Ulassai in Ogliastra si e

  • Cavallini della Giara al galoppo

    La riserva naturale della Giara di Gesturi

  • Armungia, nuraghe Armungia

    Armungia si erge su un altopiano circondat

  • Ulassai, grotta di Su Marmuri: gallerie speleo turistiche

    Ad un solo chilometro dal paese di Ulassai

  • Nureci, casa Tetti

    Borgo piccolo e suggestivo si adagia sulle

  • Villamar, chiesa di San Pietro

    Il paese, situato tra la Marmilla e la Tre

  • Osini, Scala di San Giorgio

    Lungo le pareti che delimitano ad est l’am

  • Ulassai, Grotta Su Marmuri

    Ulassai sorge nel cuore dell'Ogliastra.

  • Osini, nuraghe Serbissi

    Nato nel 1951 al centro dell'Ogliastra com

Itinerari

Maestro di Castelsardo, particolare del retablo di Tuili
Average: 1.3 (4 voti)
Turri parrocchia S. Sebastiano
Average: 3 (2 voti)
Lanusei, Chiesa di Santa Maria Maddalena
No votes yet
Ilbono, area archeologica di Scerì
Average: 1 (2 voti)
Tortolì, nuraghe S'Ortali 'e Su Monti
No votes yet
Baunei, Pedra Longa
Average: 1 (1 voto)