Lingue

Inizia qui il tuo viaggio

Inserisci il nome del porto o la località da cui desideri partire per pianificare il tuo viaggio

Accesso utente

Or log in with...

Chiesa di San Pietro

Chiesa di San Pietro

Aquila in una monofora della chiesa di San Pietro

Si lascia la SS 131 all'altezza di Monastir, per deviare sulla SS 128; superato l'abitato di Senorbì, dopo 3 km si arriva a Suelli.

Il contesto ambientale
Il paese sorge nella Trexenta, di cui in passato è stato un centro di notevole importanza, come testimoniano i numerosi resti archeologici. È rilevante il nuraghe Piscu, di cui rimane ancora integra una delle quattro torri. Il paesaggio può essere ammirato dai finestrini del trenino verde che, collegando Cagliari e Mandas, attraversa anche Suelli. La parrocchiale di San Pietro Apostolo, all'interno dell'abitato, è attigua al santuario dedicato a San Giorgio, con cui comunica attraverso la sagrestia e la cella inferiore del campanile; di fronte è la piccola chiesa del Carmine.

Descrizione
Nel periodo medioevale la "villa" di Suellis faceva parte del giudicato di Cagliari ed era compresa nella curatoria della Trexenta. Secondo il "Provinciale Romanum", Suellis era sede suffraganea dell'archidiocesi di Cagliari. Il patrono della parrocchiale di San Pietro è San Giorgio, il primo vescovo di Suelli, attestato nella prima metà dell'XI secolo.
Sulla chiesa romanica, cattedrale di Suelli, non esistono documenti pergamenacei o epigrafici. La prima menzione del titolo è del 1121-29, quando il vescovo Pietro Pintori, con l'avallo del giudice di Cagliari Mariano-Torcotorio II de Lacon-Gunale, rese pubbliche le donazioni compiute da privati "pro sanctu Petru de Suelli". L'edificio fu riedificato nella prima metà del XIII secolo, come si deduce dall'analisi formale delle strutture che ancora rimangono, opera di maestranze toscane attive in Sardegna per la prima volta.
Nel corso del XVI secolo la chiesa fu ristrutturata; furono realizzate le cappelle laterali e elevato il campanile. Dell'impianto restano solo piccole parti della muratura esterna, in calcarei. Nel prospetto, restaurato nel 1869, restano il basamento, parte di una ghiera da portale, un capitello da stipite ornato con foglie d'acqua e caulicoli e le sagome delle arcatelle parietali.
Probabilmente la fabbrica romanica presentava una pianta a tre navate, conclusa da un'abside a S/E, che in seguito fu sostituita dal presbiterio tardogotico. Il largo prospetto (m 10,50) doveva essere diviso in cinque specchi, in cui si aprivano tre portali. Nel fianco N si apre una monofora nella cui centina è scolpita un'aquila frontale, che artiglia una lepre.
Dell'edificio romanico rimane anche la cella inferiore del campanile a canna quadrata, con volta a botte poggiante su cornici che presentano una decorazione a ovoli e fuseruole e basano su peducci scolpiti con vari motivi: classicheggianti, come quello a ovoli e museruole che riprende la decorazione della cornice, vegetali e zoomorfi. La torre campanaria fu terminata in epoca tardogotica.

Aggiungi a itinerario
add_to_x_block: 

In prossimità

  • Suelli, nuraghe Piscu

    Il territorio del comune di Suelli

  • Selegas, centro storico

    Selegas è un paese situato nella parte cen

  • Senorbì, chiesa di Santa Maria di Segolai

    Senorbì è al centro della Trexenta, di cui

  • Ortacesus, Mitza de Siddi, necropoli punico romana

    Il territorio di Ortacesus si trova in una

  • Guamaggiore, Chiesa di San Sebastiano martire

    Guamaggiore sorge nelle distese colline de

  • Panorama sul lago Mulargia Autore: Ruiu Domenico

    Il territorio di Siurgus Donigala

  • Panoramica di Gesico

    Piccolo centro della Trexenta, territorio

  • Panoramica di San Basilio

    San Basilio è situato all

  • Guasila, chiesa della Vergine

    Il comune di Guasila appartiene al territo

  • Panoramica di Barrali

    Il paese si trova ai piedi del Monte Uda,

  • Panoramica di Pimentel

    Il paese di Pimentel, in

  • Sant'Andrea Frius, panorama del paese

    Ubicato nella regione storica della Trexen

  • Mandas, chiesa di San Giacomo

    Mandas è un importante ce

  • Panorama sul lago Mulargia

    Il lago artificiale Mulargia è uno specchi

  • Samatzai, piazza Primo Maggio

    Samatzai è situato ai mar

  • Goni, allineamento di mehir nella necropoli di Pranu Mutteddu

    Goni è circondata dall'anello naturalistic

  • Villanovafranca, nuraghe di Su Mulinu

    Il paese di Villanovafranca si dispone in

  • Panoramica di Donori

    Il paese, il cui toponimo è d'incerta orig

  • Silius, panoramica del paese

    Il paese sorge in provincia di Cagliari, a

  • Serrenti, chiesa di Maria Immacolata

    Serrenti è un paese posiz

  • Escolca, scorcio del centro storico

    Piccolo centro del Sarcidano, Esco

  • Gergei, chiesa di San Vito

    Piccolo centro agricolo della Trexenta, co

  • Serri, area archeologica di Santa Vittoria

    Serri è un centro agricol

  • Villamar, chiesa di San Pietro

    Il paese, situato tra la Marmilla e la Tre

  • Serri, area archeologica di Santa Vittoria

    Col termine "giare" si indicano in Sardegn

  • Orroli, nuraghe Arrubiu

    Centro ridente del Sarcidano, sorge in una

  • Sullo sfondo il castello di Las Plassas

    Il paese, che sorge in Marmilla e fa parte

  • Nurri, lago Flumendosa

    Il paese di Nurri si adag

  • Barumini, Su Nuraxi al tramonto

    Barumini è situato ai pie

  • Isili, Museo per l'Arte del Rame e del Tessuto: carro del ramaio

    Isili sorge ai margini di

  • Il comune di Ballao sorge

  • Veduta di Escalaplano da Fossada

    Il paese di Escalaplano s

  • Dolianova, la cattedrale di San Pantaleo

    Dolianova è una cittadina

  • Chiesa di Santa Maria di Sibiola, Serdiana

    Serdiana sorge nel Parteolla a pochi chilo

  • Samassi, veduta della parrocchiale della Beata Vergine di Monserrato

    Il paese sorge nella pianura del Campidano

  • Lunamatrona, cupola della chiesa di San Giovanni Battista

    Il paese, situato a un'altitudine di 180 m

  • Armungia, nuraghe Armungia

    Armungia si erge su un altopiano circondat

  • Maestro di Castelsardo, particolare del retablo di Tuili

    Tuili è un piccolo centro della Sardegna,

  • Villanovaforru, complesso nuragico Genna Maria

    Villanovaforru si trova al centro del sist

  • Serramanna, vecchio edificio municipale e chiesetta di San Sebastiano

    Serramanna sorge nella pianura del Campida

  • Villasalto, miniera Su Suergiu

    Il paese è adagiato su un altopiano posto

  • Siddi, Chiesa di San Michele

    Siddi si presenta come un

  • Turri parrocchia S. Sebastiano

    Turri sorge nel cuore della Marmilla piane

  • Panoramica del paese di Soleminis

    Situato a circa 20 km da Cagliari, il paes

  • Nuragus, nuraghe Santu Millanu

    Nuragus sorge nei pressi

  • San Sperate, chiesa parrocchiale

    San Sperate è un piccolo

  • Villanovatulo, nuraghe innevato

    Villanova Tulo è un piccolo paese del Sarc

  • Nurallao, panoramica del paese

    Situato nel territorio del Sarcidano,

  • Mandorli in fiore ai piedi della Giara di Siddi

    Col termine "giare" si indicano in Sardegn

  • foresta demaniale campidano sinnai

    La Foresta Demaniale Campidano si estende

Itinerari

Maestro di Castelsardo, particolare del retablo di Tuili
Average: 1.3 (4 voti)
Turri parrocchia S. Sebastiano
Average: 3 (2 voti)
Dettaglio della facciata
Average: 1.5 (2 voti)
Cagliari, cimitero monumentale di Bonaria
No votes yet
Lanusei, Chiesa di Santa Maria Maddalena
No votes yet
Ilbono, area archeologica di Scerì
Average: 1 (2 voti)