Lingue

Inizia qui il tuo viaggio

Inserisci il nome del porto o la località da cui desideri partire per pianificare il tuo viaggio

Accesso utente

Or log in with...

Villanova Tulo

Villanova Tulo

Villanovatulo, nuraghe innevato

Villanova Tulo è un piccolo paese del Sarcidano, nella Sardegna centrale, ai piedi del colle di San Sebastiano, in una posizione altamente panoramica da cui la vista si apre sulla vallata del fiume Flumendosa. Il toponimo fa riferimento alla nuova colonizzazione di un'antica "villa", chiamata Tulo, determinata probabilmente da un intento politico di ripopolamento di un'area rimasta disabitata fino alla metà del XIV secolo, quando il territorio faceva parte del Regno catalano-aragonese di Sardegna. Il territorio conobbe naturalmente un'antropizzazione molto più antica, come indicano le sepolture della prima età del Bronzo ritrovate nelle grotte di Is Janas e di Frumosa, nell'agro del paese. All'età del Bronzo, ma più avanzata, si ascrive anche il complesso del nuraghe Adoni. Il valore aggiunto di Villanova Tulo risiede però indubbiamente negli aspetti paesaggistici e naturalistici, legati all'invaso del Flumendosa e alla vegetazione lussureggiante che lo circonda.
Al centro del paese sorge la chiesa parrocchiale di S. Giuliano, rifatta nel 1663 in forme gotico-aragonesi, su un precedente edificio. Nelle campagne del paese si trova invece la piccola chiesa campestre di San Sebastiano. Nel centro abitato, ancora caratterizzato da esempi di architettura rurale tradizionale, si possono ammirare alcune opere contemporanee ispirate agli scritti di Benvenuto Lobina, nato a Villanova Tulo nel 1914, che rese famoso il paese con il suo "Po cantu Biddanoa", romanzo in sardo nuorese ambientato proprio a Villanova, offrendo così un quadro vivido e fedele della vita del paese nella prima metà del secolo. In suo onore Pinuccio Sciola ha dipinto dei murales e Piergiorgio Gometz scolpito una statua in bronzo. Il Flumendosa viene superato da un piccolo e caratteristico ponte nel territorio di Villanova proprio nel punto in cui il fiume si getta nel lago. Nello stesso punto il fiume è scavalcato anche dalla ferrovia Cagliari-Mandas-Arbatax, linea costruita a fine '800 per servire le necessità della Sardegna meridionale e centro orientale, oggi in gran parte destinata a finalità turistiche. È possibile compiere su questa linea ferroviaria un itinerario di grande suggestione attraverso foreste incontaminate e scenari naturalistici altamente panoramici, tra vallate amene e laghi in cui si specchia la lussureggiante vegetazione. Nel comune di Villanova Tulo ricade la rigogliosa foresta di Pantaleo, con piante secolari e laghetti naturali, della quale si consiglia la visita. Sulla sommità di un rilievo nelle campagne del paese, da cui nelle giornate terse si gode una vista panoramica su buona parte della Sardegna meridionale, fu costruito il complesso nuragico di Adoni, costituito da una torre centrale, un bastione quadrilobato, un possente antemurale ed un villaggio. Entro le murature del nuraghe si possono facilmente individuare scale, nicchie e cortine. Dal piano di crollo si scorgono alcuni ambienti sul lato sud, che però è impossibile raggiungere a causa delle macerie e della presenza di alcuni alberi secolari. Nei pressi di una della torri angolari è stata rinvenuta una quarantina di oggetti in bronzo, quasi tutti frammentari (punteruoli, asce, punte di giavellotto, puntali di lancia, lamine, frammenti di panelle, etc.), probabilmente un ripostiglio da fonditore nascosto nelle parti alte delle murature, precipitato al suolo in seguito al crollo delle strutture. Un ripostiglio di vasi interi e frammentari venne invece in luce nel pianerottolo della scala esterna adiacente alla torre est, testimoniando il riuso del complesso in età tardoantica (VI-VII sec. d.C.).

Aggiungi a itinerario
add_to_x_block: 

In prossimità

  • Il paese di Sadali è ubic

  • Sadali, cascata di San Valentino

    All'interno del delizioso paese di Sadali

  • Serri, area archeologica di Santa Vittoria

    Col termine "giare" si indicano in Sardegn

  • Nurri, lago Flumendosa

    Il paese di Nurri si adag

  • Grotte Janas di Sadali

    La grotta di Is Janas, in territorio di Sa

  • Nurallao, Is Arinos [foto di Dino Contu]

    Tra Campidano e Barbagia, tra la fertile p

  • Orroli, nuraghe Arrubiu

    Centro ridente del Sarcidano, sorge in una

  • Isili, Museo per l'Arte del Rame e del Tessuto: carro del ramaio

    Isili sorge ai margini di

  • Panoramica di Seulo

    Ai piedi del monte Perdedu nel massiccio d

  • Serri, area archeologica di Santa Vittoria

    Serri è un centro agricol

  • Seui, Santu Cristolu

    Circondato da boschi di lecci irrorati dal

  • Nurallao, panoramica del paese

    Situato nel territorio del Sarcidano,

  • Escolca, scorcio del centro storico

    Piccolo centro del Sarcidano, Esco

  • Gergei, chiesa di San Vito

    Piccolo centro agricolo della Trexenta, co

  • Ponte 'e Ferru tra Gadoni e Seulo, Gadoni

    Gadoni è situata ai piedi del monte Sa Sco

  • Nuragus, nuraghe Santu Millanu

    Nuragus sorge nei pressi

  • Zona archeologica Su Casteddu, Ussassai [foto Alinari, Loi Elisabetta]

    Il paese di Ussassai è in

  • Mandas, chiesa di San Giacomo

    Mandas è un importante ce

  • Laconi, Castello di Aymerich

    Laconi è situata nell’altopiano del Sarcid

  • Suggestivo scorcio della cascata all'interno del Parco

    Il Parco Aymerich è un parco urbano che si

  • Panorama sul lago Mulargia

    Il lago artificiale Mulargia è uno specchi

  • Genoni, municipio

    Genoni sorge sul fianco s

  • foresta montarbu

    All'interno del territorio di Seui, si tro

  • texile massiccio montuoso

    È un tipico roccione calcareo, detto tacco

  • Aritzo, Castagne

    Aritzo, situata nel cuore della Barbagia d

  • Barumini, Su Nuraxi al tramonto

    Barumini è situato ai pie

  • Belvì, cesto di caschettes e grembiule dell'abito tradizionale

    Belvì si trova nella costa del monte "Genn

  • Panoramica di Gesico

    Piccolo centro della Trexenta, territorio

  • Panorama sul lago Mulargia Autore: Ruiu Domenico

    Il territorio di Siurgus Donigala

  • Veduta di Escalaplano da Fossada

    Il paese di Escalaplano s

  • Nureci, casa Tetti

    Borgo piccolo e suggestivo si adagia sulle

  • Perda 'e Liana

    Perda 'e Liana costituisce una delle più i

  • Perdadefogu, Parco comunale di Bruncu Santoru

    Paese montano, si trova nella parte meridi

  • Meana Sardo, Nuraghe Nolza

    Meana Sardo, importante c

  • Cavallini della Giara al galoppo

    La riserva naturale della Giara di Gesturi

  • A coronamento di Ulassai in Ogliastra si e

  • Sullo sfondo il castello di Las Plassas

    Il paese, che sorge in Marmilla e fa parte

  • Maestro di Castelsardo, particolare del retablo di Tuili

    Tuili è un piccolo centro della Sardegna,

  • Goni, allineamento di mehir nella necropoli di Pranu Mutteddu

    Goni è circondata dall'anello naturalistic

  • Ulassai, grotta di Su Marmuri: gallerie speleo turistiche

    Ad un solo chilometro dal paese di Ulassai

  • Villanovafranca, nuraghe di Su Mulinu

    Il paese di Villanovafranca si dispone in

  • Osini, Scala di San Giorgio

    Lungo le pareti che delimitano ad est l’am

  • riu e forru

    Nel cuore del massiccio del Gennargentu, a

  • Ulassai, Grotta Su Marmuri

    Ulassai sorge nel cuore dell'Ogliastra.

  • Osini, nuraghe Serbissi

    Nato nel 1951 al centro dell'Ogliastra com

  • Suelli, nuraghe Piscu

    Il territorio del comune di Suelli

  • Il paese di Asuni si adag

  • Genuri, la chiesa campestre di San Domino

    Genuri sorge ai piedi del

  • La foresta di Uatzo si trova nel territori

  • Selegas, centro storico

    Selegas è un paese situato nella parte cen

Itinerari

Maestro di Castelsardo, particolare del retablo di Tuili
Average: 1.6 (5 voti)
Turri parrocchia S. Sebastiano
Average: 3 (2 voti)
Lanusei, Chiesa di Santa Maria Maddalena
No votes yet
Ilbono, area archeologica di Scerì
Average: 1.7 (3 voti)
Tortolì, nuraghe S'Ortali 'e Su Monti
Average: 3 (1 voto)
Baunei, Pedra Longa
Average: 1 (1 voto)