Lingue

Inizia qui il tuo viaggio

Inserisci il nome del porto o la località da cui desideri partire per pianificare il tuo viaggio

Accesso utente

Or log in with...

chiesa di San Gavino

chiesa di San Gavino

Gavoi, chiesa di San Gavino

Si arriva a Gavoi percorrendo la SS 128.

Il contesto ambientale
La chiesa di San Gavino è situata su un'altura nel centro storico del paese, di cui è la parrocchiale.

Descrizione
La parrocchiale di Gavoi segue il tipo della chiesa gotico-catalana. Sia la navata centrale sia le tre cappelle laterali hanno volta ogivale, con i costoloni in vulcanite rossa, come altre chiese della zona (Nostra Signora del Carmelo o la parrocchiale di Fonni). Nel 1932 vennero eseguiti lavori di restauro e pulitura della struttura, levando l'intonaco di calce dai medaglioni delle chiavi di volta e recuperando importanti rilievi. La volta del coro è stellata, rimarcata anch'essa da costoloni in vulcanite rossa e caratterizzata da cinque medaglioni, corrispondenti alle chiavi di volta. Nei rilievi compaiono le figure dei Santi Proto, Gavino e Gianuario, e gli apostoli San Pietro e San Paolo.
Nella cappella della Beata Vergine Maria, nel medaglione in rilievo vi è un'elegante rosetta contornata da motivi vegetali mentre nella cappella di San Sebastiano compare lo stesso motivo della rosetta ma arricchito con foglie d'acanto. Nella cappella di Sant'Antonio il medaglione reca scolpita la figura del Santo mentre in quella del Crocifisso vi è la croce con motivi floreali.
Il medaglione della cappella dedicata a San Francesco è degradato, ma vi si leggono le lettere "D.B.M"., il cui significato è sconosciuto: è ignoto se il riferimento possa essere al Santo o a un parroco zelante. Nella cappella della Vergine del Carmelo è incisa la seguente epigrafe: "Ano IDQQ R. LAY", cioè "Anno 1555 Rev.do Lai Vicario": è così possibile accertare la data di costruzione e conoscere il nome del parroco dell'epoca. Un'altra iscrizione si trova nella cappella di San Francesco Saverio e anche in questo caso si hanno una data e un nome: "Opus ARDOREC QOESADAY/conclu(s)um anno 1695", che tradotto dice che quest'opera, iniziata dal Reverendo Dottor Rettore Quesada, fu conclusa nell'anno 1695. In seguito alle ricerche d'archivio è stato accertato che il rettore Quesada fu parroco di Gavoi dal 1686 al 1692, anno in cui fu promosso canonico della Metropolitana di Oristano. Il parroco successivo, don Lai, nell'iscrizione rende merito al suo predecessore. Al nome del reverendo Lai sono legate due importanti opere conservate nella parrocchiale: il battistero e il pulpito.
Nella facciata della chiesa si apre un ampio rosone in vulcanite rossa, di 3 m di diametro, di tipo gotico-catalano, mentre il portale architravato è di modi barocchi.
Il campanile a pianta quadrangolare, alto e solido, nell'ordine superiore è caratterizzato da archetti gotici. Il cupolino che lo coronava è stato ricostruito in epoca imprecisata dopo un crollo. La leggera inclinazione verso levante è forse dovuta a un cedimento del terreno.

Storia degli studi
La chiesa è oggetto di una sintetica scheda nel volume di Francesca Segni Pulvirenti e Aldo Sari sull'architettura tardogotica e d'influsso rinascimentale (1994).

Bibliografia
F. Segni Pulvirenti-A. Sari, [i]Architettura tardogotica e d'influsso rinascimentale[/i], collana "Storia dell'arte in Sardegna", Nuoro, Ilisso, 1994, sch. 75;
S. Cossu, [i]Un pastore, un villaggio, una storia[/i], a cura di P. Cualbu, Gavoi, 2000.

Aggiungi a itinerario
add_to_x_block: 

In prossimità

  • Gavoi, Lago di Gusana

    Gavoi si trova nel cuore della Barbagia tr

  • Ollolai, Abito Tradizionale

    Ollolai nasce sul monte San Basilio Magno,

  • Lodine, Chiesa di San Giorgio Martire

    In prossimità del lago artificiale di Gusa

  • Panoramica del Lago di Gusana

    Il lago di Gusana venne realizzato tra il

  • Olzai, Abito Tradizionale

    Olzai è un antico borgo i

  • Fonni, Nuraghe Dronnoro

    Fonni, adagiato sulle pen

  • Ovodda, Sas Fruttinas

    Ovodda sorge nel cuore della Barbagia di O

  • Sarule, Monte Gonare

    Sarule è situato ai piedi del monte Gonare

  • Protagonista nella prosa di Grazia Deledda

  • Mamoida, Domus de Janas Istevene

    Mamoiada, nel cuore della

  • Teti, panoramica del lago di Cucchinadorza

    Il paese di Teti si trova in posizione pan

  • Orani, Opera di Nivola

    Orani è situata nel cuore della Barbagia,

  • Tiana, caratteristico ingresso di una vecchia casa

    Disteso sulle pendici orientali del Gennar

  • Fonni, la neve sul Gennargentu

    Cime dalle tonalità argentate modellano il

  • Oniferi, di origine medievale, si affaccia

  • Austis, Sa Crabarissa

    Austis è immersa nelle montagne del Mandro

  • Orgosolo, Processione dell'Assunta

    Orgosolo sorge nel cuore

  • Tonara, Campanacci

    Tonara si trova ai piedi del Monte Mungian

  • Ottana, Chiesa di San Nicola

    Ottana sorge nella pianura della valle del

  • Sorgono, santuario campestre di San Marco

    Sorgono è stato il capoluogo del Mandrolis

  • Desulo, Prodotti tipici della montagna

    Desulo è un antico borgo

  • Orotelli, Spighe di Grano

    Orotelli si trova al centro della Sardegna

  • Foresta di Montes, panorama - Autore: Chiaramida Antonello

    "…..C'è una regione detta Fontanabona, con

  • La foresta di Uatzo si trova nel territori

  • Parco del Gennargentu, impressioni d'autunno

    L’area è compresa nei comuni di Aritzo, Ar

  • Delizioso borgo di origine medievale, Atza

  • Oliena, Su Gologone

    Oliena sorge alle pendici

  • Territorio di Orgosolo

    Il Supramonte è un complesso montuoso cara

  • Nughedu Santa Vittoria, la chiesa gotico-catalana di San Giacomo

    Il piccolo paese di Nughedu Santa

  • Belvì, cesto di caschettes e grembiule dell'abito tradizionale

    Belvì si trova nella costa del monte "Genn

  • Ortueri, Chiesa di San Nicola

    Ortueri è un borgo di origine medievale ma

  • Aritzo, Castagne

    Aritzo, situata nel cuore della Barbagia d

  • Bidonì, chiesa di Santa Maria di Ossolo

    Il piccolo comune sorge nei pressi del Lag

  • Sorradile, chiesa di San Sebastiano

    Su un dolce declivio che guarda verso la v

  • I monti di Oliena visti dall'Ortobene

    Il monte Ortobene si erge alle porte della

  • Sedilo, Ardia

    Sedilo, situato sull’altopiano di Abbasant

  • texile massiccio montuoso

    È un tipico roccione calcareo, detto tacco

  • Neoneli, Rilievo montuoso

    Neoneli sorge nelle verdi colline del Bari

  • Il caratteristico paesaggio del Supramonte di Oliena

    Il Supramonte è un complesso montuoso cara

  • La dolina di Su Suercone

    Su Suercone, chiamato anche Su Sellone o S

  • Supramonte di Urzulei, pascolo brado

    Il Supramonte è un complesso montuoso cara

  • veduta lago omodeo autore frongia maurizio

    Il lago artificiale dell'Omodeo è stato re

  • Lollove, Panorama

    Visitare un borgo abbandonato è come fare

  • Ardauli, chiesa della Madonna della Guardia

    Piccolo borgo agricolo del Barigadu,

  • Supramonte di Urzulei, pascolo brado

    Urzulei è situato nella p

  • Meana Sardo, Nuraghe Nolza

    Meana Sardo, importante c

  • Dualchi, murale nel centro storico

    Il paese di Dualchi è sit

  • grotta corbeddu oliena

    Il Supramonte di Oliena, altopiano calcare

  • Sa Oche e su Bentu

    Nella maestosa valle di Lanaittu, superato

  • Illorai, panorama

    Piccolo paese arroccato sulle montagne del

Itinerari

Il sito di Aquae Lesitane in una mappa del 1522
No votes yet
Dorgali, veduta aerea spiaggia di Cala Luna
Average: 1.5 (2 voti)
Ilbono, area archeologica di Scerì
Average: 1 (2 voti)
Bitti - complesso di Romanzesu
Average: 1 (1 voto)
Lanusei, Chiesa di Santa Maria Maddalena
No votes yet
Baunei, Pedra Longa
Average: 1 (1 voto)