Lingue

Inizia qui il tuo viaggio

Inserisci il nome del porto o la località da cui desideri partire per pianificare il tuo viaggio

Accesso utente

Or log in with...

Meana Sardo

Meana Sardo

Meana Sardo, Nuraghe Nolza

Meana Sardo, importante centro agro-pastorale, è posto in una posizione panoramica sotto il Monte Sant'Elia. Sorge fra alti colli ricchi di vigneti in un'area popolata sin dall'età nuragica. Il territorio è ricco di bellezze panoramiche e naturalistiche tra le quali si ricordano la Funtana Casida, il Bruncu Sant'Elia, il Rio Araxisi, il Nuraghe di Nolza e i boschi comunali di Ortuabis e Su Melone. L'area fu abitata sin dai tempi più antichi, sono infatti numerose le tracce d'insediamenti nuragici, romani e bizantini. In particolare tra i nuraghi spiccano il famoso Nuraghe Nolza e il Nuraghe Maria Incantada, mentre per quanto riguarda le testimonianze dell'epoca romana, sono degni di nota la fonte romana nella località di Polcilis e le tombe di S'enna sa pira e Laldà.
 
Le prime notizie certe sul paese risalgono al XII secolo, Meana Sardo viene citato nel libro dei conti di S. Maria di Bonàrcado. Il centro è inoltre menzionato anche nel libro delle "Rationes Decimarum Italiae" del 1342. Nel periodo giudicale fece parte del giudicato di Arborea, successivamente passò sotto il controllo della signoria della Barbagia di Belvì. Il centro storico è particolarmente suggestivo: le abitazioni più antiche sono costruite in pietra scistosa, con decorazioni in stile aragonese. I dintorni sono ricchi di testimonianze relative alla tradizione pastorale del paese, in particolare vengono ancora utlizzati "is pinnazzus", antichi ricoveri in pietra dei pastori. Uno dei monumenti più caratteristici del paese è il Nuraghe Nolza che dal pianoro di "Su Planu" domina il territorio circostante.
 
La costruzione è caratterizzata da una pianta quadrilobata, è infatti formata da quattro torri angolari unite da bastioni rettilinei e da una torre centrale, che conserva tuttora un'altezza di 13 metri. La struttura del nuraghe richiama quella del più famoso "Su Nuraxi" di Barumini. Da visitare la parrocchiale di San Bartolomeo risalente al XVI secolo, l'edificio fu edificato su un impianto più antico di cui si hanno notizie nelle Ratio Decimarum Sardiniae del 1321. Caratteristico è il portale con delle colonnine scolpite, una finestra in stile gotico-aragonese e i bassorilievi d'arte popolaresca nella torre campanaria in stile pisano. A pochi chilometri dal paese troviamo la chiesetta campestre di San Lussorio, profanata nel 1673 ed abbandonata; fu ricostruita nel 1858.
 
Ogni anno nell'ultima domenica di giugno viene organizzata la famosa sagra del formaggio, in occasione della quale è possibile degustare l'ottimo pecorino sardo e i diversi formaggi preparati secondo le più antiche tradizioni locali. Il 24 agosto si svolge la festa patronale di San Bartolomeo. I primi di settembre si festeggia San Salvatore; le giornate sono caratterizzate da esibizioni di gruppi in costume, poeti e cantanti.

Aggiungi a itinerario
add_to_x_block: 

In prossimità

  • Delizioso borgo di origine medievale, Atza

  • texile massiccio montuoso

    È un tipico roccione calcareo, detto tacco

  • La foresta di Uatzo si trova nel territori

  • Sorgono, santuario campestre di San Marco

    Sorgono è stato il capoluogo del Mandrolis

  • Ponte 'e Ferru tra Gadoni e Seulo, Gadoni

    Gadoni è situata ai piedi del monte Sa Sco

  • Belvì, cesto di caschettes e grembiule dell'abito tradizionale

    Belvì si trova nella costa del monte "Genn

  • Laconi, Castello di Aymerich

    Laconi è situata nell’altopiano del Sarcid

  • Suggestivo scorcio della cascata all'interno del Parco

    Il Parco Aymerich è un parco urbano che si

  • Aritzo, Castagne

    Aritzo, situata nel cuore della Barbagia d

  • Samugheo, La tessitura

    Samugheo sorge nel cuore delle colline Man

  • Tonara, Campanacci

    Tonara si trova ai piedi del Monte Mungian

  • Ortueri, Chiesa di San Nicola

    Ortueri è un borgo di origine medievale ma

  • Il paese di Asuni si adag

  • Austis, Sa Crabarissa

    Austis è immersa nelle montagne del Mandro

  • Desulo, Prodotti tipici della montagna

    Desulo è un antico borgo

  • Nurallao, Is Arinos [foto di Dino Contu]

    Tra Campidano e Barbagia, tra la fertile p

  • Tiana, caratteristico ingresso di una vecchia casa

    Disteso sulle pendici orientali del Gennar

  • Ruinas, antica abitazione

    Situata nell'Alta Marmilla, Ruinas

  • Nureci, casa Tetti

    Borgo piccolo e suggestivo si adagia sulle

  • Panoramica di Seulo

    Ai piedi del monte Perdedu nel massiccio d

  • Neoneli, Rilievo montuoso

    Neoneli sorge nelle verdi colline del Bari

  • Nurallao, panoramica del paese

    Situato nel territorio del Sarcidano,

  • Teti, panoramica del lago di Cucchinadorza

    Il paese di Teti si trova in posizione pan

  • Genoni, municipio

    Genoni sorge sul fianco s

  • Panoramica di Busachi

    Antico capoluogo della curatoria medievale

  • Ulà Tirso, Tramonto sul lago Omodeo

    Ulà Tirso è un piccolo paese agricolo sort

  • Ovodda, Sas Fruttinas

    Ovodda sorge nel cuore della Barbagia di O

  • Nuragus, nuraghe Santu Millanu

    Nuragus sorge nei pressi

  • Grotte Janas di Sadali

    La grotta di Is Janas, in territorio di Sa

  • Assolo, panoramica del paese

    Piccolo borgo rurale ai piedi della Giara

  • Nughedu Santa Vittoria, la chiesa gotico-catalana di San Giacomo

    Il piccolo paese di Nughedu Santa

  • Ardauli, chiesa della Madonna della Guardia

    Piccolo borgo agricolo del Barigadu,

  • Sorradile, chiesa di San Sebastiano

    Su un dolce declivio che guarda verso la v

  • Bidonì, chiesa di Santa Maria di Ossolo

    Il piccolo comune sorge nei pressi del Lag

  • Cavallini della Giara al galoppo

    La riserva naturale della Giara di Gesturi

  • Villanovatulo, nuraghe innevato

    Villanova Tulo è un piccolo paese del Sarc

  • Sadali, cascata di San Valentino

    All'interno del delizioso paese di Sadali

  • Il paese di Sadali è ubic

  • Fonni, la neve sul Gennargentu

    Cime dalle tonalità argentate modellano il

  • Isili, Museo per l'Arte del Rame e del Tessuto: carro del ramaio

    Isili sorge ai margini di

  • Fordongianus, casa aragonese

    Nel territorio del Barigadu, distesa sulla

  • Panoramica del Lago di Gusana

    Il lago di Gusana venne realizzato tra il

  • Seui, Santu Cristolu

    Circondato da boschi di lecci irrorati dal

  • Usellus, panorama del paese

    In un territorio in buona parte collinare

  • veduta lago omodeo autore frongia maurizio

    Il lago artificiale dell'Omodeo è stato re

  • Fonni, Nuraghe Dronnoro

    Fonni, adagiato sulle pen

  • Albagiara, casa museo

    Piccolo paese dell'Alta Marmilla (297 abit

  • Vista sul Lago Omodeo

    Tadasuni è un piccolo bor

  • Sini, ulivo millenario presso il parco giochi

    Situato fra le sinuose curve della Marmill

  • Genuri, la chiesa campestre di San Domino

    Genuri sorge ai piedi del

Itinerari

Maestro di Castelsardo, particolare del retablo di Tuili
Average: 1.3 (4 voti)
Turri parrocchia S. Sebastiano
Average: 3 (2 voti)
Lanusei, Chiesa di Santa Maria Maddalena
No votes yet
Ilbono, area archeologica di Scerì
Average: 1 (2 voti)
Tortolì, nuraghe S'Ortali 'e Su Monti
No votes yet
Il sito di Aquae Lesitane in una mappa del 1522
No votes yet