Lingue

Inizia qui il tuo viaggio

Inserisci il nome del porto o la località da cui desideri partire per pianificare il tuo viaggio

Accesso utente

Or log in with...

Nughedu Santa Vittoria

Nughedu Santa Vittoria

Nughedu Santa Vittoria, la chiesa gotico-catalana di San Giacomo

Il piccolo paese di Nughedu Santa Vittoria, situato in posizione panoramica, è adagiato su un costone roccioso di origine vulcanica al margine nord orientale del Barigadu e sorge a ridosso del monte Santa Vittoria. La sua superficie territoriale offre sorprendenti aspetti naturalistici. Il monte Santa Vittoria presso il bosco d'Assai ospita un'oasi faunistica dove sono presenti numerosi daini. Il bosco è caratterizzato dalla presenza di lecci e sughere secolari. Il toponimo del paese ha origine dalla combinazione di due nomi ben distinti. Il primo è "nughe", che significa noce, ad indicare che la zona in passato era ricca di noceti, il secondo deriva dal nome del monte che domina il paese. Diverse sono le testimonianze che documentano un'importante passato nella zona.
 
Numerose le tombe di giganti presenti risalenti al periodo neolitico: quelle di "Sangrone" e di "Arzolas de Goi". Quelle di "Arzolas de Goi" sono scavate nel declivio di una collina trachitica e presentano cinque ipogei. Tutto il territorio presenta una continuità di frequentazione anche in epoca nuragica con diversi nuraghi: tra i più caratteristici il protonuraghe di "Su Casteddu". In località "Pranu Santa Vittoria", dove in passato sorgeva un antico monastero benedettino, restano ancora oggi i ruderi della chiesa dedicata a Santa Vittoria. Durante l'epoca medievale il paese fece parte della diocesi di Santa Giusta e fu compreso nel Giudicato d'Arborea. Fino al 1462 appartenne alla casata dei Dejana e poi a quella dei Silva Conti di Monte Santu fino al XVIII secolo. Comune autonomo dal 1947 conta circa cinquecento abitanti. La sua economia si basa prevalentemente su produzioni agricole. Di particolare pregio dentro il centro abitato la chiesa seicentesca di San Giacomo che sorge su un'ampia piazza. L'interno segue la tradizione gotico-catalana ad aula mononavata con archi a sesto acuto e con cappelle laterali tra contrafforti. Le cappelle laterali sono voltate a botte e si raccordano all'aula mediante arconi a tutto sesto in conci lisci di trachite rossa. La facciata divisa in due ordini da una cornice a dentelli, sottolineata da un corso di formelle in cui si alternano punte di diamante e rosette, presenta in asse con il rosone, un bel portale tardomanieristico a timpano curvilineo spezzato. Il portale è affiancato da semicolonne che sorreggono la trabeazione dentellata con fregio a formelle e il timpano curvilineo, anch'esso interamente percorso da dentelli.
 
Nelle campagne del paese si trova la chiesetta campestre di San Basilio e ai piedi del monte Santa Vittoria i ruderi della chiesa omonima. Dentro il paese è presente il museo naturalistico Oasi d'Assai in località Alamoju. Gestito dal corpo forestale, è ospitato in uno splendido ambiente naturale caratterizzato da graniti, sughere, lecci e macchia mediterranea. Ambiente scelto, tra l'altro, per il ripopolamento di cervi e daini. All'interno del museo sono esposti, in un unico ambiente, esemplari impagliati di fauna sarda e pochi altri non sardi (fenicottero, testuggine marina). Un diorama riproduce un angolo di territorio naturale della foresta, con un bell'esemplare di aquila reale, il topo quercino, la poiana, il daino, cinghiali, donnole, il gatto selvatico, lo sparviere. Sono inoltre presenti una xiloteca, con sezioni longitudinali e trasversali di numerose essenze legnose della macchia mediterranea e dell'alto fusto, ed una collezione di minerali e fossili di provenienza isolana. Particolarmente notevole un esemplare di corallo di Bosa. Tra i riti religiosi, il patrono del paese, San Giacomo viene festeggiato il 25 luglio; San Basilio il primo settembre e Sant'Antonio Abate il 17 gennaio.

Aggiungi a itinerario
add_to_x_block: 

In prossimità

  • Sorradile, chiesa di San Sebastiano

    Su un dolce declivio che guarda verso la v

  • Bidonì, chiesa di Santa Maria di Ossolo

    Il piccolo comune sorge nei pressi del Lag

  • Ardauli, chiesa della Madonna della Guardia

    Piccolo borgo agricolo del Barigadu,

  • Neoneli, Rilievo montuoso

    Neoneli sorge nelle verdi colline del Bari

  • veduta lago omodeo autore frongia maurizio

    Il lago artificiale dell'Omodeo è stato re

  • Vista sul Lago Omodeo

    Tadasuni è un piccolo bor

  • Panorama sul territorio

    Nei pressi del lago Omodeo, l'invaso artif

  • Ulà Tirso, Tramonto sul lago Omodeo

    Ulà Tirso è un piccolo paese agricolo sort

  • Ortueri, Chiesa di San Nicola

    Ortueri è un borgo di origine medievale ma

  • Sedilo, Ardia

    Sedilo, situato sull’altopiano di Abbasant

  • Panoramica di Busachi

    Antico capoluogo della curatoria medievale

  • Ghilarza, Chiesa di San Palmerio

    Ghilarza sorge sul vasto

  • Norbello, monumento ai caduti

    Borgo agro-pastorale posto sull'altopiano

  • Aidomaggiore, Nuraghe Caddari

    Aidomaggiore è un antico borgo agro-pastor

  • Nuraghe Zuras - Abbasanta

    Abbasanta sorge sull'omon

  • Austis, Sa Crabarissa

    Austis è immersa nelle montagne del Mandro

  • Teti, panoramica del lago di Cucchinadorza

    Il paese di Teti si trova in posizione pan

  • Dualchi, murale nel centro storico

    Il paese di Dualchi è sit

  • Sorgono, santuario campestre di San Marco

    Sorgono è stato il capoluogo del Mandrolis

  • Paulilatino, Pozzo sacro di Santa Cristina

    Il nome di Paulilatino molto probabilmente

  • Delizioso borgo di origine medievale, Atza

  • Fordongianus, casa aragonese

    Nel territorio del Barigadu, distesa sulla

  • Ottana, Chiesa di San Nicola

    Ottana sorge nella pianura della valle del

  • Samugheo, La tessitura

    Samugheo sorge nel cuore delle colline Man

  • Tiana, caratteristico ingresso di una vecchia casa

    Disteso sulle pendici orientali del Gennar

  • Museo del Pane, Borore

    Borore si trova ai piedi

  • Ovodda, Sas Fruttinas

    Ovodda sorge nel cuore della Barbagia di O

  • Olzai, Abito Tradizionale

    Olzai è un antico borgo i

  • La foresta di Uatzo si trova nel territori

  • Meana Sardo, Nuraghe Nolza

    Meana Sardo, importante c

  • Tonara, Campanacci

    Tonara si trova ai piedi del Monte Mungian

  • Ollolai, Abito Tradizionale

    Ollolai nasce sul monte San Basilio Magno,

  • Birori, area archeologica

    Birori sorge alle falde d

  • Gavoi, Lago di Gusana

    Gavoi si trova nel cuore della Barbagia tr

  • Panoramica del Lago di Gusana

    Il lago di Gusana venne realizzato tra il

  • Ruinas, antica abitazione

    Situata nell'Alta Marmilla, Ruinas

  • Bortigali, Nuraghe Orolo

    Bortigali è situata ai pi

  • Lei, il pane votivo realizzato in paese
    Lei

    Circondato dalle montagne della catena del

  • Sarule, Monte Gonare

    Sarule è situato ai piedi del monte Gonare

  • Macomer, Nuraghe Santa Barbara

    Macomer si trova ai piedi

  • Lodine, Chiesa di San Giorgio Martire

    In prossimità del lago artificiale di Gusa

  • Bonarcado, Santuario della Madonna di Bonaccattu

    Bonarcado sorge ai piedi del Montiferru, u

  • Siapiccia, parrocchiale di San Nicola di Bari

    Nel Campidano di Oristano, in un territori

  • Bolotana, Villa Piercy [foto ufficio stampa Regione]

    Il comune di Bolotana nas

  • Piccolo centro agricolo, sorge sui primi r

  • texile massiccio montuoso

    È un tipico roccione calcareo, detto tacco

  • Belvì, cesto di caschettes e grembiule dell'abito tradizionale

    Belvì si trova nella costa del monte "Genn

  • Orani, Opera di Nivola

    Orani è situata nel cuore della Barbagia,

  • Santu Lussurgiu, Scorcio della chiesa di San Leonardo

    Santu Lussurgiu è un cent

  • Il paese di Asuni si adag

Itinerari

Il sito di Aquae Lesitane in una mappa del 1522
No votes yet
Maestro di Castelsardo, particolare del retablo di Tuili
Average: 1.3 (4 voti)
Turri parrocchia S. Sebastiano
Average: 3 (1 voto)
Ilbono, area archeologica di Scerì
Average: 1 (2 voti)
Lanusei, Chiesa di Santa Maria Maddalena
No votes yet
Bitti - complesso di Romanzesu
Average: 1 (1 voto)