Lingue

Inizia qui il tuo viaggio

Inserisci il nome del porto o la località da cui desideri partire per pianificare il tuo viaggio

Accesso utente

Or log in with...

Atzara

Atzara

Delizioso borgo di origine medievale, Atzara fu fondato probabilmente intorno all'anno Mille dagli abitanti di tre vicini villaggi. La tradizione vuole che che il primo insediamento si trovasse in località Bigia 'e josso, nei pressi di una fonte. Il paese conserva tutt'ora l'originario tessuto urbano di epoca catalana, con le tipiche architetture basse realizzate in granito, con le soffitte coperte da travi di quercia. Alcune case poi presentano graziose decorazioni a scalpello sulle cornici delle porte o delle finestre. I rioni più antichi sono Su frusci, Sa Cora Manna, Su Cuccuru de Santu Giorni, Montiga 'e Susu, Lodine, Zuri e Montica 'e josso. Atzara è oggi un ridente centro agricolo del Mandrolisai, che si distende in un paesaggio ricco di boschi e colli coltivati a frutteti e soprattutto a vigneti, dai quali si ottiene, con tecniche tradizionali, il famoso vino nero "Mandrolisai", destinato per lo più alla cantina sociale di Sorgono.
 
Più volte rappresentata, Atzara è famosa per la luce e i colori dei suoi paesaggi, oltre che per la particolarità del suo abito tradizionale femminile, col caratteristico copricapo Sa Tiagiola, divenuto protagonista delle opere dei grandi pittori sardi della prima metà del Novecento. Il paese ha infatti ospitato nelle sue stanze gli studi dei pittori spagnoli costumbristi Eduard Chicharro e Antonio Ortiz Echagüe, cui seguirono i sardi Antonio Ballero, Filippo Figari, Giuseppe Biasi, Mario Delitala, Carmelo Floris e Stanis Dessì. Questi grandi artisti sono tutt'ora presenti e vivi grazie all'allestimento nel centro storico del Museo di Arte Moderna e Contemporanea "Antonio Ortiz Echagüe", che ospita loro importanti opere. Merita una visita anche la parrocchiale di Sant'Antioco, un pregevole esempio di architettura gotico-catalana risalente alla fine del XV secolo. La caratteristica facciata, a terminale piatto merlato, è ornata da un bel rosone trachitico; all'interno sono poi ospitati due begli altari lignei di età barocca e una statua di Madonna con bambino risalente alla seconda metà del XVI secolo.
 
Un'altra chiesa da visitare è Santa Maria Bambina, di fattura romanica e probabilmente la più antica della zona, che si trova sulla strada antica per Belvì. Il territorio è poi costellato di diverse emergenze preistoriche: domus de janas, alcune tombe dei giganti, dei nuraghi, tra cui quello di Abba Gadda, tutt'ora in buono stato di conservazione. Molto raffinata è la tradizione tessile atzarese, che fa sì che i tappeti del paese siano tra i più rinomati dell'isola, così come i suoi costumi tradizionali. Tra le sagre ricordiamo a maggio quella del vino, che si svolge in concomitanza con la Festa di Sant'Isidoro. Il 13 novembre viene invece festeggiato il patrono Sant'Antioco. In passato in quest'occasione arrivavano in paese numerosi forestieri, cui veniva offerto Su pane 'e sapa, vitto e alloggio. Venivano preparati due tipologie di pane, uno detto "fioriu" con noci, nocciole e mandorle, l'altro con sola uva passa per i poveri di passaggio.

Aggiungi a itinerario
add_to_x_block: 

In prossimità

  • Sorgono, santuario campestre di San Marco

    Sorgono è stato il capoluogo del Mandrolis

  • Meana Sardo, Nuraghe Nolza

    Meana Sardo, importante c

  • La foresta di Uatzo si trova nel territori

  • Tonara, Campanacci

    Tonara si trova ai piedi del Monte Mungian

  • Austis, Sa Crabarissa

    Austis è immersa nelle montagne del Mandro

  • texile massiccio montuoso

    È un tipico roccione calcareo, detto tacco

  • Ortueri, Chiesa di San Nicola

    Ortueri è un borgo di origine medievale ma

  • Belvì, cesto di caschettes e grembiule dell'abito tradizionale

    Belvì si trova nella costa del monte "Genn

  • Tiana, caratteristico ingresso di una vecchia casa

    Disteso sulle pendici orientali del Gennar

  • Aritzo, Castagne

    Aritzo, situata nel cuore della Barbagia d

  • Ponte 'e Ferru tra Gadoni e Seulo, Gadoni

    Gadoni è situata ai piedi del monte Sa Sco

  • Teti, panoramica del lago di Cucchinadorza

    Il paese di Teti si trova in posizione pan

  • Desulo, Prodotti tipici della montagna

    Desulo è un antico borgo

  • Samugheo, La tessitura

    Samugheo sorge nel cuore delle colline Man

  • Ovodda, Sas Fruttinas

    Ovodda sorge nel cuore della Barbagia di O

  • Neoneli, Rilievo montuoso

    Neoneli sorge nelle verdi colline del Bari

  • Laconi, Castello di Aymerich

    Laconi è situata nell’altopiano del Sarcid

  • Suggestivo scorcio della cascata all'interno del Parco

    Il Parco Aymerich è un parco urbano che si

  • Ulà Tirso, Tramonto sul lago Omodeo

    Ulà Tirso è un piccolo paese agricolo sort

  • Panoramica di Busachi

    Antico capoluogo della curatoria medievale

  • Nughedu Santa Vittoria, la chiesa gotico-catalana di San Giacomo

    Il piccolo paese di Nughedu Santa

  • Ardauli, chiesa della Madonna della Guardia

    Piccolo borgo agricolo del Barigadu,

  • Il paese di Asuni si adag

  • Sorradile, chiesa di San Sebastiano

    Su un dolce declivio che guarda verso la v

  • Bidonì, chiesa di Santa Maria di Ossolo

    Il piccolo comune sorge nei pressi del Lag

  • Ruinas, antica abitazione

    Situata nell'Alta Marmilla, Ruinas

  • Panoramica del Lago di Gusana

    Il lago di Gusana venne realizzato tra il

  • Panoramica di Seulo

    Ai piedi del monte Perdedu nel massiccio d

  • Fonni, la neve sul Gennargentu

    Cime dalle tonalità argentate modellano il

  • Nurallao, Is Arinos [foto di Dino Contu]

    Tra Campidano e Barbagia, tra la fertile p

  • Fonni, Nuraghe Dronnoro

    Fonni, adagiato sulle pen

  • Nureci, casa Tetti

    Borgo piccolo e suggestivo si adagia sulle

  • veduta lago omodeo autore frongia maurizio

    Il lago artificiale dell'Omodeo è stato re

  • Gavoi, Lago di Gusana

    Gavoi si trova nel cuore della Barbagia tr

  • Lodine, Chiesa di San Giorgio Martire

    In prossimità del lago artificiale di Gusa

  • Ollolai, Abito Tradizionale

    Ollolai nasce sul monte San Basilio Magno,

  • Olzai, Abito Tradizionale

    Olzai è un antico borgo i

  • Nurallao, panoramica del paese

    Situato nel territorio del Sarcidano,

  • Vista sul Lago Omodeo

    Tadasuni è un piccolo bor

  • Grotte Janas di Sadali

    La grotta di Is Janas, in territorio di Sa

  • Genoni, municipio

    Genoni sorge sul fianco s

  • Fordongianus, casa aragonese

    Nel territorio del Barigadu, distesa sulla

  • Panorama sul territorio

    Nei pressi del lago Omodeo, l'invaso artif

  • Nuragus, nuraghe Santu Millanu

    Nuragus sorge nei pressi

  • Sedilo, Ardia

    Sedilo, situato sull’altopiano di Abbasant

  • Assolo, panoramica del paese

    Piccolo borgo rurale ai piedi della Giara

  • Ghilarza, Chiesa di San Palmerio

    Ghilarza sorge sul vasto

  • Sadali, cascata di San Valentino

    All'interno del delizioso paese di Sadali

  • Il paese di Sadali è ubic

  • Seui, Santu Cristolu

    Circondato da boschi di lecci irrorati dal

Itinerari

Maestro di Castelsardo, particolare del retablo di Tuili
Average: 1.3 (4 voti)
Turri parrocchia S. Sebastiano
Average: 3 (2 voti)
Ilbono, area archeologica di Scerì
Average: 1 (2 voti)
Lanusei, Chiesa di Santa Maria Maddalena
No votes yet
Il sito di Aquae Lesitane in una mappa del 1522
No votes yet
Tortolì, nuraghe S'Ortali 'e Su Monti
No votes yet