Lingue

Inizia qui il tuo viaggio

Inserisci il nome del porto o la località da cui desideri partire per pianificare il tuo viaggio

Accesso utente

Or log in with...

Lago Omodeo

Lago Omodeo

veduta lago omodeo autore frongia maurizio

Il lago artificiale dell'Omodeo è stato realizzato tra il 1919 e il 1924, con uno sbarramento del fiume Tirso nella gola di Santa Chiara D'Ula. È il più importante invaso dell'Isola e per molto tempo ha detenuto il primato di più grande d'Europa. Per poter costruire l'invaso, è stato sacrificato l'antico paese di Zuri, ricostruito poi a monte con il materiale originario, compresa l'antica chiesa romanica dedicata a San Pietro, che venne come smontata e riedificata pezzo per pezzo, in modo tale da non lasciare ad alcuno la possibilità di accorgersene. La superficie d'acqua è lunga oltre 22 chilometri e larga più di 3, e si estende tra i monti del Barigadu, andando poi a confluire, all'altezza di Fordongianus, nelle acque del Flumini Mannu. L'Omodeo è una meta turistica molto interessante perché il lago è circondato da altopiani basaltici ed aspre montagne che rappresentano una Sardegna affascinante e selvaggia, nonostante la natura artificiale dell'invaso, immerso quindi in un'area importante sia da un punto di vista florofaunistico che archeologico: numerosi sono infatti i nuraghi distribuiti nella zona.

Percorrendo la SS 131 da Cagliari si arriva al km 120 dove si trova l'uscita per Paulilatino. Da qui si percorre la Strada Provinciale per Busachi, da dove si diparte un sentiero di 3-4 km che porta fino al lago. La strada non è però segnalata, perciò è consigliabile chiedere informazioni in loco. Da Sassari si percorre sempre la SS 131 e si prende lo svincolo per Abbasanta, da l quale di prosegue in direzione Fordongianus - Busachi. Da Busachi si prende lo stesso sentiero non segnalato.

Sono presenti intorno al lago diversi punti di ristoro e di penottamento.

Aggiungi a itinerario
add_to_x_block: 

In prossimità

  • Panorama sul territorio

    Nei pressi del lago Omodeo, l'invaso artif

  • Bidonì, chiesa di Santa Maria di Ossolo

    Il piccolo comune sorge nei pressi del Lag

  • Sorradile, chiesa di San Sebastiano

    Su un dolce declivio che guarda verso la v

  • Vista sul Lago Omodeo

    Tadasuni è un piccolo bor

  • Nughedu Santa Vittoria, la chiesa gotico-catalana di San Giacomo

    Il piccolo paese di Nughedu Santa

  • Ardauli, chiesa della Madonna della Guardia

    Piccolo borgo agricolo del Barigadu,

  • Sedilo, Ardia

    Sedilo, situato sull’altopiano di Abbasant

  • Ghilarza, Chiesa di San Palmerio

    Ghilarza sorge sul vasto

  • Norbello, monumento ai caduti

    Borgo agro-pastorale posto sull'altopiano

  • Aidomaggiore, Nuraghe Caddari

    Aidomaggiore è un antico borgo agro-pastor

  • Nuraghe Zuras - Abbasanta

    Abbasanta sorge sull'omon

  • Neoneli, Rilievo montuoso

    Neoneli sorge nelle verdi colline del Bari

  • Ulà Tirso, Tramonto sul lago Omodeo

    Ulà Tirso è un piccolo paese agricolo sort

  • Panoramica di Busachi

    Antico capoluogo della curatoria medievale

  • Dualchi, murale nel centro storico

    Il paese di Dualchi è sit

  • Ortueri, Chiesa di San Nicola

    Ortueri è un borgo di origine medievale ma

  • Paulilatino, Pozzo sacro di Santa Cristina

    Il nome di Paulilatino molto probabilmente

  • Museo del Pane, Borore

    Borore si trova ai piedi

  • Fordongianus, casa aragonese

    Nel territorio del Barigadu, distesa sulla

  • Austis, Sa Crabarissa

    Austis è immersa nelle montagne del Mandro

  • Ottana, Chiesa di San Nicola

    Ottana sorge nella pianura della valle del

  • Birori, area archeologica

    Birori sorge alle falde d

  • Teti, panoramica del lago di Cucchinadorza

    Il paese di Teti si trova in posizione pan

  • Bortigali, Nuraghe Orolo

    Bortigali è situata ai pi

  • Macomer, Nuraghe Santa Barbara

    Macomer si trova ai piedi

  • Sorgono, santuario campestre di San Marco

    Sorgono è stato il capoluogo del Mandrolis

  • Samugheo, La tessitura

    Samugheo sorge nel cuore delle colline Man

  • Lei, il pane votivo realizzato in paese
    Lei

    Circondato dalle montagne della catena del

  • Delizioso borgo di origine medievale, Atza

  • Tiana, caratteristico ingresso di una vecchia casa

    Disteso sulle pendici orientali del Gennar

  • Bonarcado, Santuario della Madonna di Bonaccattu

    Bonarcado sorge ai piedi del Montiferru, u

  • Santu Lussurgiu, Scorcio della chiesa di San Leonardo

    Santu Lussurgiu è un cent

  • Olzai, Abito Tradizionale

    Olzai è un antico borgo i

  • cascata sos molinos santulussurgiu

    Sono piccole cascate formate dal Rio Molin

  • Ovodda, Sas Fruttinas

    Ovodda sorge nel cuore della Barbagia di O

  • Bolotana, Villa Piercy [foto ufficio stampa Regione]

    Il comune di Bolotana nas

  • Piccolo centro agricolo, sorge sui primi r

  • Ollolai, Abito Tradizionale

    Ollolai nasce sul monte San Basilio Magno,

  • Ruinas, antica abitazione

    Situata nell'Alta Marmilla, Ruinas

  • La foresta di Uatzo si trova nel territori

  • Milis, Piazza e Campanile di San Sebastiano

    Milis è un antico borgo agricolo che sorge

  • Bolotana, cascata di Mularza Noa

    I sistemi montuosi della Sardegna, così co

  • Meana Sardo, Nuraghe Nolza

    Meana Sardo, importante c

  • Gavoi, Lago di Gusana

    Gavoi si trova nel cuore della Barbagia tr

  • Sarule, Monte Gonare

    Sarule è situato ai piedi del monte Gonare

  • Zerfaliu, chiesa di San Giovanni Battista

    Il paese di Zerfaliu sorg

  • Siapiccia, parrocchiale di San Nicola di Bari

    Nel Campidano di Oristano, in un territori

  • Panoramica del Lago di Gusana

    Il lago di Gusana venne realizzato tra il

  • Tonara, Campanacci

    Tonara si trova ai piedi del Monte Mungian

  • Seneghe, Olio

    Seneghe è immersa nei fitti e verdeggianti

Itinerari

Il sito di Aquae Lesitane in una mappa del 1522
No votes yet
Maestro di Castelsardo, particolare del retablo di Tuili
Average: 1.3 (4 voti)
Turri parrocchia S. Sebastiano
Average: 3 (2 voti)
Bitti - complesso di Romanzesu
Average: 1 (1 voto)
Ilbono, area archeologica di Scerì
Average: 1 (2 voti)
Lanusei, Chiesa di Santa Maria Maddalena
No votes yet