Lingue

Inizia qui il tuo viaggio

Inserisci il nome del porto o la località da cui desideri partire per pianificare il tuo viaggio

Accesso utente

Or log in with...

Nuraghe Tilariga

Nuraghe Tilariga

Immagine non disponibile

Uscire dall'abitato di Bultei e prendere la SS 128 bis; percorrerla per breve tratto sino al Km 22 e svoltare in una stradina in salita. Procedere per 11 km e, appena superato il valico di Ispedrunele, imboccare a destra la strada che porta alla chiesetta campestre di Nostra Signora dell'Altura; un agevole sentiero aperto nei pressi del santuario (a una distanza di circa 450 m) porta, dopo poco, al monumento.

Il contesto ambientale
Il monumento sorge sul crinale del monte che sovrasta il paese di Bultei, su uno sperone granitico (m 1039 s.l.m.), nel Goceano, regione della Sardegna centro-settentrionale.

Descrizione
Il nuraghe è un edificio complesso formato da una torre centrale alla quale è stato addossato un bastione con tre torri secondarie raccordate da cortine ad andamento concavo-convesso: due torri sono poste sulla fronte, la terza è decentrata a d. (verso N). Il bastione presenta fronte orientale curvilinea (alt. m 5,00) al centro della quale si apre l'ingresso (largh. m 1,10; alt. m 1,60) oggi parzialmente ostruito. Sulla sommità del paramento sono inseriti otto mensoloni di forma triangolare facenti parte di un ballatoio che in origine si sviluppava lungo il coronamento dell’edificio; altri tre mensoloni si trovano spostati dalla loro sede originaria e due sono adagiati sul terreno di fronte al monumento. L'ingresso del bastione immette in un corridoio piattabandato e strombato verso l’interno (lungh. m 5,00; largh. m 1/2,25) sul quale si affacciano gli ingressi di cinque vani. Sulla parete d. è l'apertura di un breve andito (lungh. m 2,25; largh. m 1,00) che porta alla camera della torre d. L'ambiente, di pianta ovoide con volta quasi integra (diam. m 2,85/3,50; alt. m 2,90), non presenta vani sussidiari. Sulla parete s., poco più avanti, si trova l'ingresso di un andito strombato (lungh. m 2,00; largh. m 0,75/1,25) che introduce nella camera della torre sinistra: questo ambiente, circolare in pianta (diam. m 3,30) e privo di nicchie, conserva intatta la copertura. Entrambi i vani delle torri frontali sono realizzati con massi appena sbozzati disposti su filari irregolari. Sul fondo dell'andito d’ingresso al monumento si aprono gli ingressi affrontati di due vani di collegamento delimitati dal paramento della torre principale: a destra uno stretto corridoio a copertura ogivale - oggi non percorribile – conduceva al vano della terza torre decentrata; a s. un vano-scala con gradini (largh. m 0,70), ostruito dal crollo, in origine portava alla sommità del bastione. Sul fondo dell'andito d'ingresso si apre l'accesso alla torre principale, inagibile per il crollo. Il mastio è visitabile, oggi, dallo svettamento, discendendo attraverso il vano della scala elicoidale che si apre sulla parete s. dell'andito di accesso alla camera. Quest'ultima, circolare in pianta (diam. m 2,70/3,25; alt. m 3,60), conserva intatta la "tholos" costruita con grosse pietre disposte su filari irregolari. Sul profilo di pianta dell'ambiente si aprono due nicchie a luce triangolare: la prima, più ampia, si trova a d. (prof. m 1,85; alt. m 1,80); la seconda (prof. m 1,70; alt. m 1,70) si apre quasi in asse col vano d'ingresso. Il nuraghe è databile al 1400-1000 a.C.

Storia degli scavi
Il nuraghe è segnalato fin dall'Ottocento.

Bibliografia
V. Angius, in G. Casalis, [i]Dizionario geografico storico-statistico-commerciale degli Stati di S.M.. il re di Sardegna[/i], II, Torino, G. Maspero, 1834, p. 694;
A. Taramelli, "Foglio 194: Ozieri", in [i]Edizione archeologica della carta d’Italia al 100.000[/i], 4, Firenze, Istituto geografico militare, 1931, p. 58, figg. 4-5;
E. Contu, "L’Età nuragica", in M. Brigaglia, [i]La Provincia di Sassari. I secoli e la storia, Sassari[/i], Provincia di Sassari, 1983, p. 28;
G. Lilliu, [i]La civiltà dei Sardi dal paleolitico all’età dei nuraghi[/i], Torino, Nuova ERI, 1988, p. 503, fig. 187;
G. Manca, "Bultei. Loc. Tilariga", in [i]I Sardi: la Sardegna dal paleolitico all’età romana[/i], a cura di E. Anati, Milano, Jaca Book, 1984, pp. 290-291.

Aggiungi a itinerario
add_to_x_block: 

In prossimità

  • Bultei, chiesa di San Saturnino

    Antico centro agro-pastorale situato ai ma

  • Nei comuni di Anela, Bono e Bultei ricade

  • I sistemi montuosi della Sardegna, così co

  • Bultei, pineta di Su Tassu

    La foresta di Fiorentini, nel comune di Bu

  • Albero monumentale della foresta demaniale monte Pisanu - Autore Saba Alessio

    L'Area Protetta di Sos Nibberos si estende

  • foresta di monte pisanu

    Come Forest'Anela e Fiorentini, anche Mont

  • Area archeologica di Nughedu San Nicolò

    Nughedu San Nicolò è un p

  • Centro agricolo del Goceano, Botti

  • Burgos, nuraghe Costa

    Sulle pendici della catena del Goceano ("S

  • Benetutti, la chiesa romanica di San Saturnino

    Benetutti è un piccolo centro del Goceano

  • Galtellì, Castello Malicas

    Su uno spettacolare altopiano calcareo sor

  • Esporlatu, panoramica del paese

    Esporlatu è il paese più

  • Nule, panorama

    Nule è un piccolo centro

  • Ozieri, grotta di San Michele

    La grotta di S.

  • Pattada, monte Lerno innevato

    Paese di montagna (quasi 900 m slm), il pi

  • Ozieri, veduta del paese

    Ozieri è coronata da folta vegetazione di

  • Illorai, panorama

    Piccolo paese arroccato sulle montagne del

  • I rossi tetti di Osidda

    Osidda è il più piccolo c

  • Bolotana, Villa Piercy [foto ufficio stampa Regione]

    Il comune di Bolotana nas

  • Pattada, monte Lerno innevato

    La foresta di Monte Lerno è situata nella

  • Mores, dolmen Sa Coveccada

    Mores, importante centro

  • Bolotana, cascata di Mularza Noa

    I sistemi montuosi della Sardegna, così co

  • Orotelli, Spighe di Grano

    Orotelli si trova al centro della Sardegna

  • Lei, il pane votivo realizzato in paese
    Lei

    Circondato dalle montagne della catena del

  • Buddusò, domus de janas di Ludurru

    Il paese sorge nella parte meridionale del

  • Torralba, nuraghe di Santu Antine

    Torralba è un centro agricolo del territor

  • Bonorva, fonte sacra Su Lumarzu

    Il paese di Bonorva, svil

  • Bonnanaro, La vallata su cui sorge il paese

    Bonnanaro è un piccolo paese situato nella

  • Oniferi, di origine medievale, si affaccia

  • Giave, nuraghe Oes

    Il paese sorge sulla sommità di un altopia

  • Borutta panorama del paese

    Il territorio di Borutta

  • Ottana, Chiesa di San Nicola

    Ottana sorge nella pianura della valle del

  • Lollove, Panorama

    Visitare un borgo abbandonato è come fare

  • Oschiri si trova nel Logu

  • Orani, Opera di Nivola

    Orani è situata nel cuore della Barbagia,

  • Orune, fonte sacra di Su Tempiesu

    «E' un paese antico e chiuso, dove permang

  • Bortigali, Nuraghe Orolo

    Bortigali è situata ai pi

  • Bessude, panoramica del paese

    Piccolo centro del Meilogu ai piedi del mo

  • Thiesi, panorama del paese

    Thiesi si adagia su un ba

  • Panoramica del paese di Bitti

    Importante centro del nuorese, Bitti si tr

  • Cossoine,  un murales del centro

    Il piccolo borgo sorge nel cuore di un alt

  • Semestene, chiesa di San Nicola di Trullas

    Il paese di Semestene è s

  • Tula, chiesa di San Pietro Ossuna

    Tula è un borgo agricolo

  • Sarule, Monte Gonare

    Sarule è situato ai piedi del monte Gonare

  • Protagonista nella prosa di Grazia Deledda

  • Dualchi, murale nel centro storico

    Il paese di Dualchi è sit

  • Alà dei Sardi, complesso di Nurattolos

    Alà dei Sardi sorge a quasi 700 m slm su u

  • lago coghinas

    Il lago Coghinas, che si trova nel territo

  • Birori, area archeologica

    Birori sorge alle falde d

  • I monti di Oliena visti dall'Ortobene

    Il monte Ortobene si erge alle porte della

Itinerari

Il sito di Aquae Lesitane in una mappa del 1522
No votes yet
Bitti - complesso di Romanzesu
Average: 1 (1 voto)
Monte Albo e le vallate che lo circondano
No votes yet
Dorgali, veduta aerea spiaggia di Cala Luna
Average: 1.5 (2 voti)
Olbia, chiesa di San Simplicio
Average: 1 (2 voti)
Alghero, Villa Las Tronas
No votes yet