Lingue

Inizia qui il tuo viaggio

Inserisci il nome del porto o la località da cui desideri partire per pianificare il tuo viaggio

Accesso utente

Or log in with...

Museo di scienze naturali

Museo di scienze naturali

Il museo, dotato di un laboratorio di tassidermia e di classificazione, è articolato in sezioni nelle quali è possibile osservare la fauna e i minerali fossili provenienti da tutta la Sardegna.
La sezione mineralogica conserva 530 minerali provenienti quasi esclusivamente dalle miniere sarde; quella paleontologica 160 fossili sardi, dal paleozoico al quaternario. Notevoli anche i graptoliti, le rudiste ed i resti del Prolagus sardus.
Nella sezione entomologica sono esposti lepidotteri, coleotteri, ortotteri, imenotteri, odonati, ditteri, aracnidi, miriapodi sardi, nonchè splendidi esemplari di farfalle esotiche.
La sezione ornitologica vanta 383 esemplari di uccelli sardi, notevoli i rapaci, con specie divenute ormai rarissime.
Sono infine presenti una sezione mammologica, con 38 esemplari di mammiferi, una erpetologica con tutte le specie degli anfibi sardi e la sezione malacologica con 200 esemplari di conchiglie marine sarde, madrepore esotiche, echinodermi, crostacei.
Alla parete è appesa una testuggine marina gigante "Caretta caretta" catturata nei mari sardi.
Il Museo nasce inizialmente come risultato dei lavori d'investigazione realizzati per il professor Friedrich Reichsgraf Von Hartig, studioso di fama internazionale di entomologia ed ecologia. Capitato per caso nel paese agli inizi degli anni Settanta e avendo trovato la zona di estremo interesse per le sue ricerche, il professore Hartig vi si trattenne per diversi anni e diede l'avvio alla raccolta di reperti che, anche grazie a donazioni di privati, continua ancora oggi.
Il museo è visitabile per 365 giorni l'anno grazie alla disponibilità di alcuni soci che gratuitamente ne garantiscono l'apertura su prenotazione.

Indirizzo: via San Sebastiano, 56 - 08030 Belvì
tel. 0784 629263 - 339 7531025 fax 0784 629551
Ente titolare: Associazione culturale "Amici del Museo"
Gestione: Associazione culturale "Amici del Museo"
Orari: 9.00 – 13.00 e 15.30 - 19.00 (tutti i giorni). Per gruppi è gradita la prenotazione
Biglietto: € 3,00 (intero) € 1,50 (ridotto). Esenzione per bambini fino a 6 anni e disabili
Aperto tutti i giorni

Il museo dispone di una biblioteca scientifica.

Aggiungi a itinerario
add_to_x_block: 

In prossimità

  • Belvì, cesto di caschettes e grembiule dell'abito tradizionale

    Belvì si trova nella costa del monte "Genn

  • Aritzo, Castagne

    Aritzo, situata nel cuore della Barbagia d

  • texile massiccio montuoso

    È un tipico roccione calcareo, detto tacco

  • Ponte 'e Ferru tra Gadoni e Seulo, Gadoni

    Gadoni è situata ai piedi del monte Sa Sco

  • La foresta di Uatzo si trova nel territori

  • Desulo, Prodotti tipici della montagna

    Desulo è un antico borgo

  • Tonara, Campanacci

    Tonara si trova ai piedi del Monte Mungian

  • Meana Sardo, Nuraghe Nolza

    Meana Sardo, importante c

  • Delizioso borgo di origine medievale, Atza

  • Sorgono, santuario campestre di San Marco

    Sorgono è stato il capoluogo del Mandrolis

  • Panoramica di Seulo

    Ai piedi del monte Perdedu nel massiccio d

  • Tiana, caratteristico ingresso di una vecchia casa

    Disteso sulle pendici orientali del Gennar

  • Grotte Janas di Sadali

    La grotta di Is Janas, in territorio di Sa

  • Austis, Sa Crabarissa

    Austis è immersa nelle montagne del Mandro

  • Fonni, la neve sul Gennargentu

    Cime dalle tonalità argentate modellano il

  • Ovodda, Sas Fruttinas

    Ovodda sorge nel cuore della Barbagia di O

  • Laconi, Castello di Aymerich

    Laconi è situata nell’altopiano del Sarcid

  • Suggestivo scorcio della cascata all'interno del Parco

    Il Parco Aymerich è un parco urbano che si

  • Teti, panoramica del lago di Cucchinadorza

    Il paese di Teti si trova in posizione pan

  • Nurallao, Is Arinos [foto di Dino Contu]

    Tra Campidano e Barbagia, tra la fertile p

  • Seui, Santu Cristolu

    Circondato da boschi di lecci irrorati dal

  • Sadali, cascata di San Valentino

    All'interno del delizioso paese di Sadali

  • Il paese di Sadali è ubic

  • riu e forru

    Nel cuore del massiccio del Gennargentu, a

  • Ortueri, Chiesa di San Nicola

    Ortueri è un borgo di origine medievale ma

  • Fonni, Nuraghe Dronnoro

    Fonni, adagiato sulle pen

  • Panoramica del Lago di Gusana

    Il lago di Gusana venne realizzato tra il

  • foresta montarbu

    All'interno del territorio di Seui, si tro

  • Villanovatulo, nuraghe innevato

    Villanova Tulo è un piccolo paese del Sarc

  • Perda 'e Liana

    Perda 'e Liana costituisce una delle più i

  • Nurallao, panoramica del paese

    Situato nel territorio del Sarcidano,

  • Samugheo, La tessitura

    Samugheo sorge nel cuore delle colline Man

  • Parco del Gennargentu, impressioni d'autunno

    L’area è compresa nei comuni di Aritzo, Ar

  • Lodine, Chiesa di San Giorgio Martire

    In prossimità del lago artificiale di Gusa

  • Il paese di Asuni si adag

  • Gavoi, Lago di Gusana

    Gavoi si trova nel cuore della Barbagia tr

  • Nureci, casa Tetti

    Borgo piccolo e suggestivo si adagia sulle

  • Neoneli, Rilievo montuoso

    Neoneli sorge nelle verdi colline del Bari

  • Genoni, municipio

    Genoni sorge sul fianco s

  • Nuragus, nuraghe Santu Millanu

    Nuragus sorge nei pressi

  • Ollolai, Abito Tradizionale

    Ollolai nasce sul monte San Basilio Magno,

  • Zona archeologica Su Casteddu, Ussassai [foto Alinari, Loi Elisabetta]

    Il paese di Ussassai è in

  • Isili, Museo per l'Arte del Rame e del Tessuto: carro del ramaio

    Isili sorge ai margini di

  • Ruinas, antica abitazione

    Situata nell'Alta Marmilla, Ruinas

  • Olzai, Abito Tradizionale

    Olzai è un antico borgo i

  • Nughedu Santa Vittoria, la chiesa gotico-catalana di San Giacomo

    Il piccolo paese di Nughedu Santa

  • Ulà Tirso, Tramonto sul lago Omodeo

    Ulà Tirso è un piccolo paese agricolo sort

  • Panoramica di Busachi

    Antico capoluogo della curatoria medievale

  • Serri, area archeologica di Santa Vittoria

    Col termine "giare" si indicano in Sardegn

  • Ardauli, chiesa della Madonna della Guardia

    Piccolo borgo agricolo del Barigadu,

Itinerari

Ilbono, area archeologica di Scerì
Average: 1.7 (3 voti)
Lanusei, Chiesa di Santa Maria Maddalena
No votes yet
Maestro di Castelsardo, particolare del retablo di Tuili
Average: 1.6 (5 voti)
Turri parrocchia S. Sebastiano
Average: 3 (2 voti)
Tortolì, nuraghe S'Ortali 'e Su Monti
Average: 3 (1 voto)
Baunei, Pedra Longa
Average: 1 (1 voto)