Lingue

Inizia qui il tuo viaggio

Inserisci il nome del porto o la località da cui desideri partire per pianificare il tuo viaggio

Accesso utente

Or log in with...

Fortificazioni puniche di Santu Antine

Fortificazioni puniche di Santu Antine

Immagine non disponibile

Da Cagliari si segue la SS 131 fino a km 40, poi si prende la SS 197 sino a Nuragus e quindi si gira a s. seguendo per circa 3 km la strada per l'abitato di Genoni. Da questa località si raggiunge un grande serbatoio idrico a N/O del paese, visibile anche a distanza. Da questo punto si arriva, a piedi, in pochi minuti, alla spianata del Monte Sant'Antine, in località Santu Perdu, dove si trova la zona archeologica.

Il contesto ambientale
La fortificazione sorge sul Monte Sant'Antine, parte della giara di Gesturi isolatasi da questa per erosione. È in posizione strategica e domina l'area di transizione dalle fertili terre dell'Arborea e della Marmilla all'interno montuoso.

Descrizione
L'insediamento punico sorse nell'area di un precedente abitato d'età nuragica, poiché le strutture emerse dagli scavi testimoniano il riuso di diversi elementi strutturali dello stanziamento indigeno. Sono infatti attualmente visibili un recinto megalitico e un nuraghe riadattato ed inserito in un tracciato murario che appare ulteriormente circondato da una linea fortificata.
Questa segue il ciglio del monte e mostra nel suo tracciato quattro grandi torri esterne a pianta quadrilatera, molto ravvicinate.
Tra le torri campeggia quella E, il cui basamento fu utilizzato nel medioevo per erigervi una piccola chiesa. Il basamento è costruito in basalto, con una tecnica edilizia del tutto simile a quella delle fortificazioni puniche di Sulky, Monte Sirai ed Olbia. Questa struttura costituisce l'aspetto più appariscente e imponente della fortificazione punica, databile al IV secolo a.C.
Altro importante elemento è un pozzo di probabile età nuragica e di probabile uso sacro, posto a m 70 a O del torrione quadrangolare. Il pozzo è costruito con conci ben modellati in calcare e vulcanite, ha la notevole profondità di circa 30 m e ha restituito una grande quantità di materiali d'età nuragica, punica e romana.

Storia degli scavi
Il sito fu interessato da esplorazioni topografiche tra il 1968 e il 1970. Nel 1982 fu effettuato un intervento di scavo ad opera di Francesco Guido.

Bibliografia
G. Lilliu "Relazione generale", in [i]Atti del XIII congresso di Storia dell'Architettura (Sardegna)[/i] (Cagliari, 6-12 aprile 1963), Roma, 1966, pp. 26-89;
F. Barreca, "Genoni (Nuoro). Loc. Sant'Antini", in [i]I Sardi. La Sardegna dal paleolitico all"età romana[/i], a cura di E. Anati, Milano, Jaca Book, 1984, p. 201;
F. Guido, "Genoni località di Sant'Antine. Fortificazione punica: il pozzo", in [i]Bollettino d'Archeologia[/i], 13-15, 1992, p. 208;
F. Guido, "Figure in bronzo dal pozzo di Santu Antine", in [i]Phoinikes B Shrdn. I Fenici in Sardegna: nuove acquisizioni[/i], catalogo della mostra (Oristano, Antiquarium arborense, luglio-dicembre 1997), a cura di P. Bernardini-R. D'Oriano-P.G. Spanu, Cagliari, La Memoria Storica, 1997, pp. 63-64.

Aggiungi a itinerario
add_to_x_block: 

In prossimità

  • Genoni, municipio

    Genoni sorge sul fianco s

  • Nureci, casa Tetti

    Borgo piccolo e suggestivo si adagia sulle

  • Nuragus, nuraghe Santu Millanu

    Nuragus sorge nei pressi

  • Cavallini della Giara al galoppo

    La riserva naturale della Giara di Gesturi

  • Nurallao, panoramica del paese

    Situato nel territorio del Sarcidano,

  • Assolo, panoramica del paese

    Piccolo borgo rurale ai piedi della Giara

  • Suggestivo scorcio della cascata all'interno del Parco

    Il Parco Aymerich è un parco urbano che si

  • Laconi, Castello di Aymerich

    Laconi è situata nell’altopiano del Sarcid

  • Genuri, la chiesa campestre di San Domino

    Genuri sorge ai piedi del

  • Il paese di Asuni si adag

  • Sini, ulivo millenario presso il parco giochi

    Situato fra le sinuose curve della Marmill

  • Maestro di Castelsardo, particolare del retablo di Tuili

    Tuili è un piccolo centro della Sardegna,

  • Nurallao, Is Arinos [foto di Dino Contu]

    Tra Campidano e Barbagia, tra la fertile p

  • Barumini, Su Nuraxi al tramonto

    Barumini è situato ai pie

  • Isili, Museo per l'Arte del Rame e del Tessuto: carro del ramaio

    Isili sorge ai margini di

  • Albagiara, casa museo

    Piccolo paese dell'Alta Marmilla (297 abit

  • Usellus, panorama del paese

    In un territorio in buona parte collinare

  • Turri parrocchia S. Sebastiano

    Turri sorge nel cuore della Marmilla piane

  • Sullo sfondo il castello di Las Plassas

    Il paese, che sorge in Marmilla e fa parte

  • Gergei, chiesa di San Vito

    Piccolo centro agricolo della Trexenta, co

  • Ruinas, antica abitazione

    Situata nell'Alta Marmilla, Ruinas

  • Escolca, scorcio del centro storico

    Piccolo centro del Sarcidano, Esco

  • Cattedrale di Ales

    Alle pendici orientali del Monte Arci,

  • Serri, area archeologica di Santa Vittoria

    Serri è un centro agricol

  • Serri, area archeologica di Santa Vittoria

    Col termine "giare" si indicano in Sardegn

  • Pau

    Si trova nel territorio storico della Marm

  • Siddi, Chiesa di San Michele

    Siddi si presenta come un

  • Villanovafranca, nuraghe di Su Mulinu

    Il paese di Villanovafranca si dispone in

  • Simala, casa avvocato Massidda

    Ai confini col territorio della Marmilla,

  • Samugheo, La tessitura

    Samugheo sorge nel cuore delle colline Man

  • Meana Sardo, Nuraghe Nolza

    Meana Sardo, importante c

  • Mandorli in fiore ai piedi della Giara di Siddi

    Col termine "giare" si indicano in Sardegn

  • Uno scorcio in lontananza di Gonnoscodina

    Gonnoscodina è un piccolo

  • Villanovatulo, nuraghe innevato

    Villanova Tulo è un piccolo paese del Sarc

  • Lunamatrona, cupola della chiesa di San Giovanni Battista

    Il paese, situato a un'altitudine di 180 m

  • Ponte 'e Ferru tra Gadoni e Seulo, Gadoni

    Gadoni è situata ai piedi del monte Sa Sco

  • Gonnostramatza, parrocchiale dedicata a San Michele Arcangelo

    Gonnostramatza è un piccolo centro agricol

  • Pompu, panorama

    Pompu è un piccolo paese

  • Mandas, chiesa di San Giacomo

    Mandas è un importante ce

  • Villamar, chiesa di San Pietro

    Il paese, situato tra la Marmilla e la Tre

  • Masullas, Piazza Pinna

    Situato all'interno del Parco Regionale de

  • Monte Arci

    Il Monte Arci è un massiccio isolato di na

  • Chiesa di San Vincenzo Martire

    Ai piedi del Monte Arci, in una verde vall

  • Panoramica di Seulo

    Ai piedi del monte Perdedu nel massiccio d

  • Villanovaforru, complesso nuragico Genna Maria

    Villanovaforru si trova al centro del sist

  • texile massiccio montuoso

    È un tipico roccione calcareo, detto tacco

  • Nurri, lago Flumendosa

    Il paese di Nurri si adag

  • Delizioso borgo di origine medievale, Atza

  • Panoramica di Gesico

    Piccolo centro della Trexenta, territorio

  • Nuraghe Concali - Collinas

    Collinas sorge nel territorio della Marmil

Itinerari

Maestro di Castelsardo, particolare del retablo di Tuili
Average: 1.3 (4 voti)
Turri parrocchia S. Sebastiano
Average: 3 (1 voto)
Lanusei, Chiesa di Santa Maria Maddalena
No votes yet
Ilbono, area archeologica di Scerì
Average: 1 (2 voti)
Tortolì, nuraghe S'Ortali 'e Su Monti
No votes yet
Arbus, marina di Scivu
No votes yet