Lingue

Inizia qui il tuo viaggio

Inserisci il nome del porto o la località da cui desideri partire per pianificare il tuo viaggio

Accesso utente

Or log in with...

Chiesa di San Sebastiano

Chiesa di San Sebastiano

Sorradile, chiesa di San Sebastiano

Dalla superstrada Abbasanta-Nuoro, all'altezza di Ghilarza, si imbocca l'uscita per Tadasuni, Sorradile e Nughedu Santa Vittoria. Dal bivio oltre il ponte sul lago Omodeo si costeggia per un tratto il grandioso specchio d'acqua, poi la strada si interna e sale panoramica per Bidonì e Sorradile (15 km circa).

Il contesto ambientale
Sorradile è un centro agro-pastorale situato su un altopiano ricco di tufi, andesiti e basalti in posizione panoramica sul lago Omodeo. Il paese presenta una pianta compatta ed è identificabile forse con l'antico Oiratili, donato nel 1156, insieme alle ville di San Teodoro e Vidoni (Bidonì), da Barisone giudice d'Arborea alla moglie Algaburga di Catalogna.

Descrizione
I lavori per la nuova parrocchiale di Sorradile, iniziati nel 1636 con la facciata e l'anno seguente con l'interno, vennero portati a termine nel 1642 ad opera di maestranze locali guidate da Antoni Pina, un operatore locale che univa a basilari competenze architettoniche uno spiccato gusto decorativo tipico dei "picapedrers" gotico-catalani ma con un marcato accento vernacolare.
La chiesa ha, pertanto, un'impronta popolareggiante ed eclettica, capace di fondere elementi tratti dal repertorio romanico, gotico-catalano, rinascimentale e barocco.
L'interno ha navata unica coperta da volta a botte rinforzata da archi trasversi; la capilla mayor e le cappelle laterali sono voltate a botte, secondo un impianto in linea con le nuove direttive imposte dalla Controriforma.
La conoscenza di istanze rinascimentali di marca italiana si rivela nell'uso delle volte a botte, degli arconi cassettonati, dei timpani spezzati e del cornicione dentellato che percorre tutto il perimetro di imposta della volta. La ricca ornamentazione a bassorilievo che riveste pilastri, arconi e sottarchi attesta l'abilità e la fantasia degli scalpellini locali nell'incidere la pietra vulcanica rosa con una sensibilità ancora di impronta iberica.
Anche la facciata risponde allo stesso gusto combinatorio: scandita nella fascia inferiore da quattro lesene corinzie scanalate, è dominata da un imponente portale rettangolare sormontato da un timpano curvilineo spezzato con cornice dentellata di gusto manieristico.
Il coronamento è caratterizzato dall'ampio frontone semicircolare poggiante su una trabeazione costituita da formelle decorate a punte di diamante e rosoni. Due protomi leonine e un piccolo rosone completano il prospetto.
Il modello del frontone semicircolare con alette laterali verrà ripreso in numerose chiese dell'isola per tutto il XVII e il XVIII secolo, così come risulta dagli esempi della Santa Sofia di San Vero Milis e della chiesa del Convento di Pozzomaggiore.

Aggiungi a itinerario
add_to_x_block: 

In prossimità

  • Sorradile, chiesa di San Sebastiano

    Su un dolce declivio che guarda verso la v

  • Bidonì, chiesa di Santa Maria di Ossolo

    Il piccolo comune sorge nei pressi del Lag

  • Nughedu Santa Vittoria, la chiesa gotico-catalana di San Giacomo

    Il piccolo paese di Nughedu Santa

  • veduta lago omodeo autore frongia maurizio

    Il lago artificiale dell'Omodeo è stato re

  • Ardauli, chiesa della Madonna della Guardia

    Piccolo borgo agricolo del Barigadu,

  • Neoneli, Rilievo montuoso

    Neoneli sorge nelle verdi colline del Bari

  • Vista sul Lago Omodeo

    Tadasuni è un piccolo bor

  • Panorama sul territorio

    Nei pressi del lago Omodeo, l'invaso artif

  • Ulà Tirso, Tramonto sul lago Omodeo

    Ulà Tirso è un piccolo paese agricolo sort

  • Sedilo, Ardia

    Sedilo, situato sull’altopiano di Abbasant

  • Ghilarza, Chiesa di San Palmerio

    Ghilarza sorge sul vasto

  • Panoramica di Busachi

    Antico capoluogo della curatoria medievale

  • Norbello, monumento ai caduti

    Borgo agro-pastorale posto sull'altopiano

  • Ortueri, Chiesa di San Nicola

    Ortueri è un borgo di origine medievale ma

  • Aidomaggiore, Nuraghe Caddari

    Aidomaggiore è un antico borgo agro-pastor

  • Nuraghe Zuras - Abbasanta

    Abbasanta sorge sull'omon

  • Dualchi, murale nel centro storico

    Il paese di Dualchi è sit

  • Austis, Sa Crabarissa

    Austis è immersa nelle montagne del Mandro

  • Paulilatino, Pozzo sacro di Santa Cristina

    Il nome di Paulilatino molto probabilmente

  • Fordongianus, casa aragonese

    Nel territorio del Barigadu, distesa sulla

  • Teti, panoramica del lago di Cucchinadorza

    Il paese di Teti si trova in posizione pan

  • Museo del Pane, Borore

    Borore si trova ai piedi

  • Sorgono, santuario campestre di San Marco

    Sorgono è stato il capoluogo del Mandrolis

  • Ottana, Chiesa di San Nicola

    Ottana sorge nella pianura della valle del

  • Samugheo, La tessitura

    Samugheo sorge nel cuore delle colline Man

  • Delizioso borgo di origine medievale, Atza

  • Tiana, caratteristico ingresso di una vecchia casa

    Disteso sulle pendici orientali del Gennar

  • Ovodda, Sas Fruttinas

    Ovodda sorge nel cuore della Barbagia di O

  • Birori, area archeologica

    Birori sorge alle falde d

  • Olzai, Abito Tradizionale

    Olzai è un antico borgo i

  • Bortigali, Nuraghe Orolo

    Bortigali è situata ai pi

  • La foresta di Uatzo si trova nel territori

  • Meana Sardo, Nuraghe Nolza

    Meana Sardo, importante c

  • Macomer, Nuraghe Santa Barbara

    Macomer si trova ai piedi

  • Lei, il pane votivo realizzato in paese
    Lei

    Circondato dalle montagne della catena del

  • Ollolai, Abito Tradizionale

    Ollolai nasce sul monte San Basilio Magno,

  • Ruinas, antica abitazione

    Situata nell'Alta Marmilla, Ruinas

  • Tonara, Campanacci

    Tonara si trova ai piedi del Monte Mungian

  • Gavoi, Lago di Gusana

    Gavoi si trova nel cuore della Barbagia tr

  • Panoramica del Lago di Gusana

    Il lago di Gusana venne realizzato tra il

  • Bonarcado, Santuario della Madonna di Bonaccattu

    Bonarcado sorge ai piedi del Montiferru, u

  • Santu Lussurgiu, Scorcio della chiesa di San Leonardo

    Santu Lussurgiu è un cent

  • Piccolo centro agricolo, sorge sui primi r

  • cascata sos molinos santulussurgiu

    Sono piccole cascate formate dal Rio Molin

  • Sarule, Monte Gonare

    Sarule è situato ai piedi del monte Gonare

  • Siapiccia, parrocchiale di San Nicola di Bari

    Nel Campidano di Oristano, in un territori

  • Bolotana, Villa Piercy [foto ufficio stampa Regione]

    Il comune di Bolotana nas

  • Zerfaliu, chiesa di San Giovanni Battista

    Il paese di Zerfaliu sorg

  • Lodine, Chiesa di San Giorgio Martire

    In prossimità del lago artificiale di Gusa

  • Milis, Piazza e Campanile di San Sebastiano

    Milis è un antico borgo agricolo che sorge

Itinerari

Il sito di Aquae Lesitane in una mappa del 1522
No votes yet
Maestro di Castelsardo, particolare del retablo di Tuili
Average: 1.3 (4 voti)
Turri parrocchia S. Sebastiano
Average: 3 (2 voti)
Ilbono, area archeologica di Scerì
Average: 1 (2 voti)
Bitti - complesso di Romanzesu
Average: 1 (1 voto)
Lanusei, Chiesa di Santa Maria Maddalena
No votes yet