Lingue

Inizia qui il tuo viaggio

Inserisci il nome del porto o la località da cui desideri partire per pianificare il tuo viaggio

Accesso utente

Or log in with...

Chiesa di San Pietro di Zuri

Chiesa di San Pietro di Zuri

Ghilarza, chiesa di San Pietro di Zuri

Si lascia la SS 131 all'altezza di Abbasanta e dopo pochi km si volta a destra su SS 131 dir, per poi prendere il bivio a d. sulla SP 27 e ancora a d. sulla SP 28, fino a Zuri (frazione di Ghilarza), dove sorge la chiesa di San Pietro.

Il contesto ambientale
La chiesa di San Pietro di Zuri è all'immediata periferia dell'abitato moderno di Zuri. Negli anni Venti del secolo scorso la chiesa e il paese furono trasferiti dal sito originario, lungo le rive del Tirso, a monte, per evitarne la sommersione a seguito della creazione del bacino artificiale del lago Omodeo. Pertanto risultano decontestualizzati rispetto al luogo storico, ma interessanti come esempio di pianificazione urbanistica della prima età fascista.

Descrizione
La chiesa di San Pietro Apostolo è da annoverare fra i più significativi monumenti dell'architettura medievale isolana. Rappresenta uno dei rari edifici datati e per giunta assegnabili a un architetto individuato per nome, grazie a un'epigrafe che informa pure dell'identità della committenza. La suggestione del monumento viene soprattutto dal materiale costruttivo, la rossa andesite delle cave dell'altopiano di Ghilarza.
La fabbrica è datata al 1291 dall'epigrafe della facciata, che celebra il maestro Anselmo da Como e la badessa committente Sardinia de Lacon. La pianta, sviluppata lungo circa 34 m, è quella di un'aula longitudinale con tetto ligneo. L'abside oggi è a N, ma in origine era canonicamente orientata.
La facciata ha uno zoccolo a scarpa sagomata, che corre lungo tutto il perimetro, ed è nettamente partita a metà altezza. La parte inferiore viene divisa in tre specchi da arcate a tutto sesto modanate a doppio toro e sopraccigliate. Nello specchio centrale si apre il portale. Lunetta e stipiti sono ribattuti internamente da un fregio a torciglione, mentre architravi e stipiti sono ornati con figure antropomorfe e zoomorfe. L'insieme rincassa in un profondo strombo.
La parte superiore della facciata fu ricostruita nel 1504. La finestra rettangolare in asse con il portale sostituì una bifora di cui sono stati recuperati i resti. La stessa altezza della facciata doveva essere maggiore, come testimonia il frammento di cornice ad archetti intrecciati visibile nel pilastro destro del grande campanile a vela a doppio ordine di bifore archiacute, allineato a sinistro della facciata.
L'abside ha pianta semiesagonale e copertura a catino emisferico Non è l'abside romanica, che aveva forma semicircolare, ma quella ricostruita entro il 1336. All'interno è stata ricavata una nicchia trilobata il cui pilastrino destro, di tipo ofitico, proviene dalla sommità della facciata originaria.

Aggiungi a itinerario
add_to_x_block: 

In prossimità

  • Vista sul Lago Omodeo

    Tadasuni è un piccolo bor

  • Panorama sul territorio

    Nei pressi del lago Omodeo, l'invaso artif

  • veduta lago omodeo autore frongia maurizio

    Il lago artificiale dell'Omodeo è stato re

  • Ghilarza, Chiesa di San Palmerio

    Ghilarza sorge sul vasto

  • Norbello, monumento ai caduti

    Borgo agro-pastorale posto sull'altopiano

  • Nuraghe Zuras - Abbasanta

    Abbasanta sorge sull'omon

  • Sorradile, chiesa di San Sebastiano

    Su un dolce declivio che guarda verso la v

  • Ardauli, chiesa della Madonna della Guardia

    Piccolo borgo agricolo del Barigadu,

  • Bidonì, chiesa di Santa Maria di Ossolo

    Il piccolo comune sorge nei pressi del Lag

  • Aidomaggiore, Nuraghe Caddari

    Aidomaggiore è un antico borgo agro-pastor

  • Nughedu Santa Vittoria, la chiesa gotico-catalana di San Giacomo

    Il piccolo paese di Nughedu Santa

  • Sedilo, Ardia

    Sedilo, situato sull’altopiano di Abbasant

  • Neoneli, Rilievo montuoso

    Neoneli sorge nelle verdi colline del Bari

  • Ulà Tirso, Tramonto sul lago Omodeo

    Ulà Tirso è un piccolo paese agricolo sort

  • Panoramica di Busachi

    Antico capoluogo della curatoria medievale

  • Paulilatino, Pozzo sacro di Santa Cristina

    Il nome di Paulilatino molto probabilmente

  • Museo del Pane, Borore

    Borore si trova ai piedi

  • Dualchi, murale nel centro storico

    Il paese di Dualchi è sit

  • Ortueri, Chiesa di San Nicola

    Ortueri è un borgo di origine medievale ma

  • Fordongianus, casa aragonese

    Nel territorio del Barigadu, distesa sulla

  • Birori, area archeologica

    Birori sorge alle falde d

  • Macomer, Nuraghe Santa Barbara

    Macomer si trova ai piedi

  • Bortigali, Nuraghe Orolo

    Bortigali è situata ai pi

  • Bonarcado, Santuario della Madonna di Bonaccattu

    Bonarcado sorge ai piedi del Montiferru, u

  • Austis, Sa Crabarissa

    Austis è immersa nelle montagne del Mandro

  • Santu Lussurgiu, Scorcio della chiesa di San Leonardo

    Santu Lussurgiu è un cent

  • Ottana, Chiesa di San Nicola

    Ottana sorge nella pianura della valle del

  • cascata sos molinos santulussurgiu

    Sono piccole cascate formate dal Rio Molin

  • Samugheo, La tessitura

    Samugheo sorge nel cuore delle colline Man

  • Piccolo centro agricolo, sorge sui primi r

  • Lei, il pane votivo realizzato in paese
    Lei

    Circondato dalle montagne della catena del

  • Teti, panoramica del lago di Cucchinadorza

    Il paese di Teti si trova in posizione pan

  • Milis, Piazza e Campanile di San Sebastiano

    Milis è un antico borgo agricolo che sorge

  • Sorgono, santuario campestre di San Marco

    Sorgono è stato il capoluogo del Mandrolis

  • Delizioso borgo di origine medievale, Atza

  • Seneghe, Olio

    Seneghe è immersa nei fitti e verdeggianti

  • Zerfaliu, chiesa di San Giovanni Battista

    Il paese di Zerfaliu sorg

  • Tramatza, il ponte sul fiume Cispiri

    Situato ai confini della pianura di Orista

  • Siapiccia, parrocchiale di San Nicola di Bari

    Nel Campidano di Oristano, in un territori

  • Tiana, caratteristico ingresso di una vecchia casa

    Disteso sulle pendici orientali del Gennar

  • Ruinas, antica abitazione

    Situata nell'Alta Marmilla, Ruinas

  • Bolotana, Villa Piercy [foto ufficio stampa Regione]

    Il comune di Bolotana nas

  • Olzai, Abito Tradizionale

    Olzai è un antico borgo i

  • Ovodda, Sas Fruttinas

    Ovodda sorge nel cuore della Barbagia di O

  • Monte Ferru, esemplari di mufloni

    Il Monte Ferru rappresenta la più ampia fo

  • Bolotana, cascata di Mularza Noa

    I sistemi montuosi della Sardegna, così co

  • Titolo: Solarussa, chiesa di San Gregorio Autore: Tore Donatello

    Solarussa è un conosciuto

  • Meana Sardo, Nuraghe Nolza

    Meana Sardo, importante c

  • Simaxis, chiesa di San Nicola di Mira

    Sulla riva sinistra del rio Sant'Elena, af

  • La foresta di Uatzo si trova nel territori

Itinerari

Il sito di Aquae Lesitane in una mappa del 1522
No votes yet
Maestro di Castelsardo, particolare del retablo di Tuili
Average: 1.3 (4 voti)
Turri parrocchia S. Sebastiano
Average: 3 (1 voto)
Bitti - complesso di Romanzesu
Average: 1 (1 voto)
Ilbono, area archeologica di Scerì
Average: 1 (2 voti)
Lanusei, Chiesa di Santa Maria Maddalena
No votes yet