Lingue

Inizia qui il tuo viaggio

Inserisci il nome del porto o la località da cui desideri partire per pianificare il tuo viaggio

Accesso utente

Or log in with...

Chiesa di Santu Antine

Chiesa di Santu Antine

Sedilo, veduta del santuario di Santu Antine

Dalla SS 131 dir (Abbasanta-Nuoro) si imbocca lo svincolo a circa 13 km da Abbasanta in prossimità della galleria di Sedilo. Il santuario, uno dei più popolari dell'isola, è in sito campestre fuori dall'abitato, segnalato dai cartelli.

Il contesto ambientale
Il santuario si trova a S/E dell'abitato, sull'orlo del pianoro sovrastante la sponda N del lago Omodeo, in un anfiteatro naturale cinto da mura localmente denominato "sa corte de Santu Antine". Ad esso si accede attraverso due archi, uno dei quali, costruito nel XVII secolo in vulcanite rossastra e detto "su portale de ferru", presenta un fornice a tutto sesto.

Descrizione
L'impianto della chiesa risale alla metà del XVI secolo e risente dei modi tipici dell'architettura gotico-catalana. Di questa prima fabbrica, oltre ai muri della sagrestia, permane la "capilla mayor" con pianta quadrangolare, arco di accesso a sesto acuto e volte a crociera costolonata su peducci variamente scolpiti.
La chiesa che noi oggi vediamo è il frutto di una radicale opera di ampliamento e ristrutturazione avviata nella seconda metà del XVIII secolo che portò all'allungamento dell'aula e alla conseguente costruzione del poderoso corpo bastionato - detto "su forte" - che regge il peso della nuova struttura e crea una sorta di sagrato davanti all'ingresso. I lavori dovettero concludersi entro il 1789, data che si deduce dalle due lapidi murate al lato del portale d'ingresso e, all'interno, nel secondo pilastro di destra.
La facciata è costituita da un ampio e liscio prospetto rettangolare notevolmente sviluppato in larghezza e sormontato da un frontone curvilineo. È realizzata in conci di vulcanite rossastra perfettamente squadrati. Sul prospetto si apre il portale timpanato incorniciato da due colonne su plinti di gusto classicheggiante così come le tre piccole nicchie a conchiglia poste a contorno.
L'interno è costituito da un'unica navata con volta a botte e cappelle laterali aperte sull'aula per mezzo di arconi a tutto sesto che poggiano su possenti pilastri quadrangolari.
Da un punto di vista architettonico - visto anche il contesto paesaggistico - è forse più interessante la popolaresca sistemazione del complesso, molto ben strutturata: il recinto coi suoi grandi portali, l'alberatura, i sedili, i lunghi porticati per i pellegrini e i merciai, l'area circolare per i penitenti tangente alla stradina dove si svolge ogni anno, tra il 5 e il 7 luglio, l'"Ardia", la spericolata corsa a cavallo in onore di San Costantino.

Storia degli studi
La chiesa è schedata da Vico Mossa nella sua opera sull'architettura sarda di età moderna.

Bibliografia
V. Mossa, [i]Dal Gotico al Barocco in Sardegna[/i], Sassari, 1982;
L. Orlando, [i]Le Chiese Giubilari in Sardegna[/i], Sestu, 2000.

Aggiungi a itinerario
add_to_x_block: 

In prossimità

  • Sedilo, Ardia

    Sedilo, situato sull’altopiano di Abbasant

  • veduta lago omodeo autore frongia maurizio

    Il lago artificiale dell'Omodeo è stato re

  • Bidonì, chiesa di Santa Maria di Ossolo

    Il piccolo comune sorge nei pressi del Lag

  • Panorama sul territorio

    Nei pressi del lago Omodeo, l'invaso artif

  • Sorradile, chiesa di San Sebastiano

    Su un dolce declivio che guarda verso la v

  • Aidomaggiore, Nuraghe Caddari

    Aidomaggiore è un antico borgo agro-pastor

  • Nughedu Santa Vittoria, la chiesa gotico-catalana di San Giacomo

    Il piccolo paese di Nughedu Santa

  • Dualchi, murale nel centro storico

    Il paese di Dualchi è sit

  • Vista sul Lago Omodeo

    Tadasuni è un piccolo bor

  • Norbello, monumento ai caduti

    Borgo agro-pastorale posto sull'altopiano

  • Ardauli, chiesa della Madonna della Guardia

    Piccolo borgo agricolo del Barigadu,

  • Ghilarza, Chiesa di San Palmerio

    Ghilarza sorge sul vasto

  • Nuraghe Zuras - Abbasanta

    Abbasanta sorge sull'omon

  • Neoneli, Rilievo montuoso

    Neoneli sorge nelle verdi colline del Bari

  • Ottana, Chiesa di San Nicola

    Ottana sorge nella pianura della valle del

  • Museo del Pane, Borore

    Borore si trova ai piedi

  • Ulà Tirso, Tramonto sul lago Omodeo

    Ulà Tirso è un piccolo paese agricolo sort

  • Birori, area archeologica

    Birori sorge alle falde d

  • Ortueri, Chiesa di San Nicola

    Ortueri è un borgo di origine medievale ma

  • Panoramica di Busachi

    Antico capoluogo della curatoria medievale

  • Bortigali, Nuraghe Orolo

    Bortigali è situata ai pi

  • Lei, il pane votivo realizzato in paese
    Lei

    Circondato dalle montagne della catena del

  • Austis, Sa Crabarissa

    Austis è immersa nelle montagne del Mandro

  • Paulilatino, Pozzo sacro di Santa Cristina

    Il nome di Paulilatino molto probabilmente

  • Macomer, Nuraghe Santa Barbara

    Macomer si trova ai piedi

  • Teti, panoramica del lago di Cucchinadorza

    Il paese di Teti si trova in posizione pan

  • Olzai, Abito Tradizionale

    Olzai è un antico borgo i

  • Bolotana, Villa Piercy [foto ufficio stampa Regione]

    Il comune di Bolotana nas

  • Bolotana, cascata di Mularza Noa

    I sistemi montuosi della Sardegna, così co

  • Ovodda, Sas Fruttinas

    Ovodda sorge nel cuore della Barbagia di O

  • Ollolai, Abito Tradizionale

    Ollolai nasce sul monte San Basilio Magno,

  • Sarule, Monte Gonare

    Sarule è situato ai piedi del monte Gonare

  • Tiana, caratteristico ingresso di una vecchia casa

    Disteso sulle pendici orientali del Gennar

  • Sorgono, santuario campestre di San Marco

    Sorgono è stato il capoluogo del Mandrolis

  • Orotelli, Spighe di Grano

    Orotelli si trova al centro della Sardegna

  • Illorai, panorama

    Piccolo paese arroccato sulle montagne del

  • Fordongianus, casa aragonese

    Nel territorio del Barigadu, distesa sulla

  • Gavoi, Lago di Gusana

    Gavoi si trova nel cuore della Barbagia tr

  • Orani, Opera di Nivola

    Orani è situata nel cuore della Barbagia,

  • Delizioso borgo di origine medievale, Atza

  • Panoramica del Lago di Gusana

    Il lago di Gusana venne realizzato tra il

  • Oniferi, di origine medievale, si affaccia

  • Protagonista nella prosa di Grazia Deledda

  • Santu Lussurgiu, Scorcio della chiesa di San Leonardo

    Santu Lussurgiu è un cent

  • Lodine, Chiesa di San Giorgio Martire

    In prossimità del lago artificiale di Gusa

  • Samugheo, La tessitura

    Samugheo sorge nel cuore delle colline Man

  • cascata sos molinos santulussurgiu

    Sono piccole cascate formate dal Rio Molin

  • Esporlatu, panoramica del paese

    Esporlatu è il paese più

  • Bonarcado, Santuario della Madonna di Bonaccattu

    Bonarcado sorge ai piedi del Montiferru, u

  • Galtellì, Castello Malicas

    Su uno spettacolare altopiano calcareo sor

Itinerari

Il sito di Aquae Lesitane in una mappa del 1522
Average: 3 (1 voto)
Maestro di Castelsardo, particolare del retablo di Tuili
Average: 1.6 (5 voti)
Turri parrocchia S. Sebastiano
Average: 3 (2 voti)
Bitti - complesso di Romanzesu
Average: 1.7 (3 voti)
Dorgali, veduta aerea spiaggia di Cala Luna
Average: 2 (3 voti)
Ilbono, area archeologica di Scerì
Average: 1.7 (3 voti)