Lingue

Inizia qui il tuo viaggio

Inserisci il nome del porto o la località da cui desideri partire per pianificare il tuo viaggio

Accesso utente

Or log in with...

Nuraghe Losa

Nuraghe Losa

Abbasanta, Nuraghe Losa

È situato a breve distanza del tracciato della SS 131 "Carlo Felice", ben visibile dalla strada, fra il km 123 e il km 124, all'altezza dello svincolo per Siniscola (SS 131 dir), sulla destra per chi proviene da Sassari e sulla sinistra per chi proviene da Cagliari: una breve stradina conduce all'ingresso dell'area archeologica.

Il contesto ambientale
Il complesso si trova su un rilievo roccioso dell'altopiano basaltico di Abbasanta.

Descrizione
Il Losa è una delle espressioni più alte dell'architettura nuragica, per il disegno organico, la compattezza dei volumi e la raffinatezza delle tecniche murarie.
Edificato con blocchi di basalto, è costituito da un mastio e da un bastione trilobato protetto da un antemurale e da un'ulteriore cinta muraria; all'interno della cinta rimangono resti di capanne circolari. Nelle adiacenze avanzano tracce di una tomba di giganti in opera isodoma.
La cinta esterna, sub-ellittica (m 172 x 268), presenta due torri proiettate verso l'esterno della cortina, con doppi ingressi architravati disposti in asse.
L'antemurale, a linea spezzata, che in origine circondava interamente il bastione, è rimasto in opera per circa m 3 di altezza a N e ad O del trilobato; comprende anche due torri a SO e a N (diam. est. m 10 e int. m 5,60; diam. est. m 8,90 e int. m 4,50) dotate, come la cortina di raccordo, di numerose feritoie, fatto che dimostra la funzione difensiva della struttura. Il raccordo diretto di due segmenti dell'antemurale col paramento del bastione definisce un cortile trapezoidale accessibile attraverso una piccola porta.
A SE, vicinissima all'ingresso del bastione, si trova la capanna 1, una torre-capanna circolare (diam. est. m 10,50 ca. e h m 3,60) con due ingressi, nicchie parietali, nicchie-giaciglio e feritoie. Il rinvenimento al suo interno di un pilastrino di trachite (betilo-torre?) fa ipotizzare una funzione rituale dell'ambiente.
Il bastione trilobato (asse torri SE-SO m 25,70; h max. res. m 13), che poggia su una platea megalitica di fondazione (h m 2-2,50), ha profilo concavo-convesso con vertici arrotondati e presenta l'ingresso architravato, sopraelevato sul piano di campagna, a S-E; esso immette in un corridoio interno che porta alle torri SO e SE. La torre NNO è accessibile dall'esterno del bastione attraverso un ingresso volto a NNE. La camera della torre SE è ellittica, quella della torre SO e della torre NNO è circolare. Nella camera della torre NNO, a m 2 di altezza dal pavimento, si apre una scala che conduceva agli spalti e, collegandosi ad un'altra scala, al mastio. Un piccolo vano con volta a ogiva e un silos troncoconico intermurario sovrastano la torre NNO.
Il mastio (diam. est. m 12; h res. 11,40) presenta l'ingresso a SE; esso immette in un corridoio che porta alla "tholos" , integra, circolare (diam. m 5,20; h m 7,60) e dotata di 3 nicchie semiellittiche (prof. m 1,80, largh. m 1,60 e h m 2,60). Il corridoio presenta sulla d. una nicchia, e sulla s. l'accesso alla scala a spirale (largh. m 1; h m 3) che porta al vano superiore (diam. m 2,88; h m 3,46). La scala era forse in origine illuminata da feritoie poi occluse dal bastione.
Il vano superiore presenta una finestrina in coincidenza con la porta del piano inferiore raccordata con la scala. A metà scala è inoltre presente un ripostiglio intramurario accessibile tramite un'apertura alla base della parete.
La scala consentiva poi di raggiungere ad ENE lo spalto della cortina, collegandosi alla scala che conduceva dall'alto all'interno della torre NNO.
Il complesso rivela varie fasi costruttive : XV-inizi XIII sec. a.C., costruzione del mastio; metà XIII-fine XII sec. a.C., probabile costruzione del bastione, dell'antemurale e (fasi finali) della cinta esterna; fine XII-inizi IX sec. a.C., costruzione della capanna 1.
Il sito fu abitato ancora nella prima età del Ferro (inizi IX-seconda metà dell'VII sec. a.C.) e nelle epoche successive, anche a scopo funerario, fino al VII-VIII sec. d.C.

Area archeologica del Losa

Vedi la pianta e le sezioni del monumento

Aggiungi a itinerario
add_to_x_block: 

In prossimità

  • Nuraghe Zuras - Abbasanta

    Abbasanta sorge sull'omon

  • Ghilarza, Chiesa di San Palmerio

    Ghilarza sorge sul vasto

  • Norbello, monumento ai caduti

    Borgo agro-pastorale posto sull'altopiano

  • Paulilatino, Pozzo sacro di Santa Cristina

    Il nome di Paulilatino molto probabilmente

  • Vista sul Lago Omodeo

    Tadasuni è un piccolo bor

  • Panorama sul territorio

    Nei pressi del lago Omodeo, l'invaso artif

  • Aidomaggiore, Nuraghe Caddari

    Aidomaggiore è un antico borgo agro-pastor

  • veduta lago omodeo autore frongia maurizio

    Il lago artificiale dell'Omodeo è stato re

  • Museo del Pane, Borore

    Borore si trova ai piedi

  • Ardauli, chiesa della Madonna della Guardia

    Piccolo borgo agricolo del Barigadu,

  • Bonarcado, Santuario della Madonna di Bonaccattu

    Bonarcado sorge ai piedi del Montiferru, u

  • Santu Lussurgiu, Scorcio della chiesa di San Leonardo

    Santu Lussurgiu è un cent

  • cascata sos molinos santulussurgiu

    Sono piccole cascate formate dal Rio Molin

  • Sorradile, chiesa di San Sebastiano

    Su un dolce declivio che guarda verso la v

  • Ulà Tirso, Tramonto sul lago Omodeo

    Ulà Tirso è un piccolo paese agricolo sort

  • Bidonì, chiesa di Santa Maria di Ossolo

    Il piccolo comune sorge nei pressi del Lag

  • Sedilo, Ardia

    Sedilo, situato sull’altopiano di Abbasant

  • Panoramica di Busachi

    Antico capoluogo della curatoria medievale

  • Fordongianus, casa aragonese

    Nel territorio del Barigadu, distesa sulla

  • Nughedu Santa Vittoria, la chiesa gotico-catalana di San Giacomo

    Il piccolo paese di Nughedu Santa

  • Neoneli, Rilievo montuoso

    Neoneli sorge nelle verdi colline del Bari

  • Piccolo centro agricolo, sorge sui primi r

  • Milis, Piazza e Campanile di San Sebastiano

    Milis è un antico borgo agricolo che sorge

  • Seneghe, Olio

    Seneghe è immersa nei fitti e verdeggianti

  • Dualchi, murale nel centro storico

    Il paese di Dualchi è sit

  • Birori, area archeologica

    Birori sorge alle falde d

  • Macomer, Nuraghe Santa Barbara

    Macomer si trova ai piedi

  • Monte Ferru, esemplari di mufloni

    Il Monte Ferru rappresenta la più ampia fo

  • Tramatza, il ponte sul fiume Cispiri

    Situato ai confini della pianura di Orista

  • Bortigali, Nuraghe Orolo

    Bortigali è situata ai pi

  • Zerfaliu, chiesa di San Giovanni Battista

    Il paese di Zerfaliu sorg

  • Ortueri, Chiesa di San Nicola

    Ortueri è un borgo di origine medievale ma

  • Narbolia, Chiesa di San Pietro

    Narbolia sorge ai piedi dei monti di Santu

  • San Vero Milis, Torre aragonese di Capo Mannu

    San Vero Milis è situato a ridosso della c

  • Scano di Montiferro, Tomba dei giganti

    Scano di Montiferro è situato ai piedi del

  • Titolo: Solarussa, chiesa di San Gregorio Autore: Tore Donatello

    Solarussa è un conosciuto

  • Chiesa di Santa Madonna della Neve, Cuglieri

    Cuglieri è un borgo agro-

  • Siapiccia, parrocchiale di San Nicola di Bari

    Nel Campidano di Oristano, in un territori

  • Zeddiani, Chiesa della Madonna delle Grazie

    Zeddiani è un piccolo paese abitato fin da

  • Simaxis, chiesa di San Nicola di Mira

    Sulla riva sinistra del rio Sant'Elena, af

  • Siamaggiore, Chiesa campestre di San Ciriaco

    Siamaggiore, comune della

  • Samugheo, La tessitura

    Samugheo sorge nel cuore delle colline Man

  • Sennariolo, murale in piazza Rimembranza

    Sennariolo sorge a circa

  • Quercia, Sindia

    Sindia è un piccolo paese situato nel terr

  • Lei, il pane votivo realizzato in paese
    Lei

    Circondato dalle montagne della catena del

  • Sagama, chiesa di San Gabriele Arcangelo

    Sagama si trova su una collina calcarea so

  • Ruinas, antica abitazione

    Situata nell'Alta Marmilla, Ruinas

  • Riola Sardo, Parco dei Suoni

    Il centro agricolo di Riola Sardo è situat

  • Ottana, Chiesa di San Nicola

    Ottana sorge nella pianura della valle del

  • Cuglieri, la spiaggia di Santa Caterina di Pittinuri

    La spiaggetta, all'interno di una suggesti

Itinerari

Il sito di Aquae Lesitane in una mappa del 1522
No votes yet
Turri parrocchia S. Sebastiano
Average: 3 (1 voto)
Maestro di Castelsardo, particolare del retablo di Tuili
Average: 1.3 (4 voti)
Alghero, Villa Las Tronas
No votes yet
Bitti - complesso di Romanzesu
Average: 1 (1 voto)
Ilbono, area archeologica di Scerì
Average: 1 (2 voti)